30 ott 2012 - 13:53

Il deputato vallesano propone uno sgravio per chi trascorre le sue vacanze in Svizzera


Tempi grami per il turismo elvetico. Il franco forte penalizza fortemente il settore alberghiero svizzero, già di per sé non fra i più a buon mercato. Aggiungiamoci anche un po’ di crisi economica europea, e il gioco è fatto: il settore soffre tremendamente la situazione.

Cosa fare? La crisi non la si può risolvere con la bacchetta magica, e un franco più debole probabilmente per i prossimi tempi non si vedrà. E allora occorre puntare maggiormente al mercato interno, agli svizzeri. La “pazza idea” è venuta al deputato UDC vallesano Oskar Freysinger, che assieme ad altri 14 parlamentari ha depositato una proposta in Consiglio nazionale.

L’idea, per spingere i nostri connazionali a scegliere la Svizzera quale destinazione per le loro vacanze, è quella di uno sgravio fiscale, una deduzione per chi sceglie una destinazione rossocrociata.

In pratica se la proposta Freysinger venisse accolta potreste dedurre dal vostro reddito imponibile quanto speso per le vacanze in Svizzera. “Voglio fare in modo che i soldi rimangano in Svizzera”, ha spiegato il vallesano ai media d’Oltralpi.

Stando ai parlamentari che hanno fatto la proposta, il maggior fatturato per il settore alberghiero compenserebbe ampiamente le perdite fiscali per lo Stato. Questo grazie ad una minor disoccupazione e ad un maggior ricavo fiscale da parte delle aziende attive nel turismo.