7 gen 2014 - 08:10

Per tre giorni Lugano ospiterà Extasia, la fiera dell’erotismo. Oltre al tradizionale pubblico maschile si punta anche sulle donne, con uno sguardo oltre confine.

Extasia
LUGANO – Si terrà anche a Lugano la fiera dell’erotismo Extasia, dal 31 gennaio al 2 febbraio. Durante il fine settimana il padiglione Conza si trasformerà nel paradiso per gli appassionati di erotismo. Ne abbiamo parlato con Arnold Meyer, portavoce dell’organizzazione, che ci ha spiegato come negli anni il pubblico femminile sia progressivamente aumentato.

Arnold Meyer, ci spieghi cos’è Extasia.
«Extasia è una fiera nata nel 2003 a Zurigo, che negli ultimi cinque anni si è tenuta a Basilea. Una volta è stata organizzata anche a Ginevra e una volta a Losanna. Si tiene ogni anno, e si possono vedere tutte le novità del mondo dell’erotismo».

Come mai avete deciso di organizzare Extasia anche in Ticino, a Lugano dal 31 gennaio al 2 febbraio?
«A fine di novembre viene sempre organizzata a Basilea, e adesso in gennaio in Ticino. Visto che Ticino e Basilea distano fra di loro tre ore d’auto, pensiamo si possano tenere due edizioni della fiera senza problemi».

La vostra idea è quella di puntare non solo sul pubblico ticinese ma anche sul pubblico italiano?
«Certo, anche sul pubblico italiano. Le fiere come Mi-sex a Milano, o l’analoga fiera a Torino, già da anni non esistono più. Per questo pensiamo che il pubblico del Nord Italia potrebbe essere interessato».

Cosa si deve aspettare il visitatore di questa manifestazione?
«Ci sono molti stand già presenti nella fiera organizzata a Basilea, e in più ospiteremo Rocco Siffredi e altre pornostar conosciute in Italia. Rocco Siffredi è ancora una star conosciuta in Ticino e in Italia, molto meno in Svizzera tedesca».

Non temete delle critiche moraliste?
«Negli ultimi dieci anni ci sono sempre state delle critiche. Soprattutto nei primi anni a Zurigo, ma anche successivamente a Basilea. Finora dal Ticino non abbiamo sentito critiche. Soprattutto dagli ambiti religiosi giunge qualche rimostranza, dicendo che occorre puntare sulla famiglia, e non accettano questo genere di manifestazioni. Ma dopo uno o due anni anche i politici più conservatori e i preti smettono di criticare, perché si rendono benissimo conto che non fanno altro che farci pubblicità. La gente in Svizzera è libera, chi vuole venire viene, gli altri che sono contrari possono benissimo evitare di venire».

Ad ogni modo non si tratta di una manifestazione per famiglie…
«Questo è chiaro».

La cosa interessante per i visitatori è che sarà possibile scattare delle foto o realizzare dei filmati, giusto?
«Esattamente. Foto e filmati privati, non a scopo commerciale, sono ammessi. Dunque il visitatore potrà scattare delle foto cono Rocco Siffredi e le altre star, oppure possono fotografare gli show che si terranno sul palco».

Generalmente al mondo dell’erotismo sono interessati più gli uomini che le donne. Però ultimamente si può notare un crescente interesse anche da parte del pubblico femminile. Nel vostro caso che percentuale di visitatrici avete?
«Abbiamo un 60 percento di visitatori uomini e un 40 percento di donne. È molto, perché molti anni fa la percentuale di uomini era notevolmente superiore. Le donne adesso vogliono essere libere come gli uomini. Ci è voluto molto tempo per l’emancipazione della donna, ma ora si sente libera di comprarsi un vibratore, e non le interessa più il giudizio degli uomini. Ma fra i visitatori ci saranno anche molte coppie, che vengono alla fiera e si comprano degli oggetti. Oppure ci saranno gruppi di donne che vengono insieme. Non è come un sex-shop dove si entra un po’ clandestinamente, cosa che solo dieci anni fa era ancora un tabù, ma la società cambia velocemente».

A parte Rocco Siffredi, quali altre star potremo vedere?
«Si tratta soprattutto di star provenienti da Italia e Germania, e qualcuna anche dall’Est Europa. Ci saranno degli show tipo striptease, sia uomini che donne. Oltre a Rocco Siffredi ci saranno Elena Grimaldi, Vittoria Risi, Roberta Gemma, Lena Nitro, Tarra White, Carla Cox, Biggi Bardot, Laura Perego, Little Caprice, Texas Patti, Samira Summer, Symba, Maria Mia, Drag Queen, Cora XS, Hally Thomas, Marcello Bravo, Conny Dachs, Michael Ryan, Josy Black, Mina Reiter, Victor Vulcano, Bella Blond, Miro, Rico, Ryan, Robert Leon, Nicolò Messi e molti altri».

Cosa ci dice del mercato dell’erotismo? Anche qui c’è crisi?
«Il mercato dei “toys”, tutto quello che è materiale, non ha problemi. Non si può fare un download di un vibratore… . Ad esempio a Natale a Zurigo sono stati venduti moltissimi vibratori e oggettistica per le coppie. L’unica cosa che non funziona più sono i video, il mercato in una decina d’anni è stato completamente eroso, c’è troppo concorrenza con internet».

GUARDA LA BOLLENTE FOTOGALLERY DI EXTASIA 2014