15 gen 2010 - 21:19

Domenica 17 gennaio si terranno in Ucraina le elezioni presidenziali, dove l’elettorato dovrà scegliere fra ben 18 candidati. Fra questi vi è anche l’attuale presidente Viktor Youtschenko, leader incontrastato della rivoluzione di quattro anni fa, ma che oggi non ha più carisma e quasi più nessuno ha ancora fiducia in lui. Sul clima elettorale pare […]

Domenica 17 gennaio si terranno in Ucraina le elezioni presidenziali, dove l’elettorato dovrà scegliere fra ben 18 candidati.
Fra questi vi è anche l’attuale presidente Viktor Youtschenko, leader incontrastato della rivoluzione di quattro anni fa, ma che oggi non ha più carisma e quasi più nessuno ha ancora fiducia in lui.

Sul clima elettorale pare allungarsi la mano del Cremlino: i sondaggi infatti attribuiscono a Viktor Yanukovich, il candidato filorusso, circa il 30% delle preferenze.

A contendere la presidenza a Yanukovic dunque non vi sarà Youtschenko ma il primo ministro Yulia Timotschenko, accreditata intorno al 20%. Se si andrà al ballottaggio, il 7 febbraio, la Timotschenko potrebbe uscire vincitrice.
Intanto, giusto per mettere le mani in avanti, la premier ha cominciato a denunciare brogli in atto da parte del partito di Yanukovich, promettendo “possibili nuove rivolte davanti a nuove ingiustizie”.