27 feb 2011 - 14:29

Secondo il procuratore di Marsiglia, le due gemelline sarebbero state gettate a mare dopo averle uccise.

Secondo il procuratore di Marsiglia Jacques Dallest, Alessia e Livia, le due gemelline di Losanna scomparse lo scorso 28 gennaio, sarebbero state uccise e gettate a mare. A riportarlo è l’edizione odierna de Il Caffè, precisando che “tutto comunque è ancora possibile, visto che non abbiamo ritrovato ancora i corpi delle bambine”.

Fra le varie ipotesi al vaglio degli inquirenti anche la possibilità che il padre, Matthias Schepp, abbia affidato a qualcuno le due bambine. “C’è comunque un elemento inquietante, il fatto che Matthias Schepp abbia inviato per posta alla moglie una importante somma di denaro prelevata a Marsiglia”. Tradotto, forse quei soldi sarebbero effettivamente potuti servire alla persona a cui affidare le due gemelline scomparse, ma visto che sono stati inviati alla moglie, Irina Lucidi, l’ipotesi perde consistenza.