8 mar 2011 - 14:31

L’ultrà serbo condannato a 3 anni e 3 mesi di reclusione.


È stato condannato a tre anni e tre mesi di reclusione l’ultrà serbo Ivan Bogdanov, che in occasione della partita Italia-Serbia fu il protagonista dei disordini all’interno dello stadio Marassi di Genova, causando la sospensione della partita, vinta a tavolino per 3-0 dagli azzurri. Oltre a “Ivan il terribile” sono stati processati, a Genova, anche Srdan Jovetic, Daniel Janjic e Nicola Klicovic.

I reati per i quali sono stati condannati sono resistenza aggravata a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e reati in materia di comportamenti all’interno degli stadi. Dopo l’arresto Bogdanov si era scusato con l’Italia e gli italiani.