5 set 2011 - 18:14

di Samuele Comandini, candidato per i Verdi al Consiglio nazionale

Luc Montagnier, premio Nobel della medicina nel 2008, ha pubblicato nel 2009, sulla prestigiosa rivista di fisica (Journal of Physic) con il nome DNA waves and water, un articolo che dimostra scientificamente l’efficacia dell’omeopatia.

Nell’articolo Montagnier spiega anche che ha dovuto trasferire il suo centro di ricerca in Cina, in quanto il terrorismo intellettuale e scientifico che regna in Francia ed Europa, non permette la ricerca in questo campo.

Premetto che sono alcuni anni che il mio medico di fiducia cura ogni mio malanno con l’omeopatia, anche le mie figlie, fin da piccole, seguono questo metodo e l’efficacia per conto mio è già stata dimostrata.

La scienza ufficiale però ha sempre rinnegato queste scoperte, non è la prima volta infatti che la veridicità del metodo omeopatico viene dimostrata, ma tutte le volte che gli interessi miliardari delle farmaceutiche vengono messi in discussione la “scienza ufficiale” viene costretta a rinnegare la verità.

Non è un caso che ogni anno vengono “scoperte” nuove malattie o nuove influenze letali, per cui, guarda caso, un’industria farmaceutica ha già la medicina per curarle.

Abbiamo gettato alle ortiche miliardi di franchi soltanto per gli allarmi, architettati ad-hoc dalle solite multinazionali della “salute”, delle varie influenze aviarie, suine, ecc.

È ora di uscire da questo giogo e prendere in mano la nostra salute, dobbiamo ascoltare i medici quelli veri e non gli allarmi di massa che vengono dall’industria farmaceutica.

La qualità di vita, la giusta alimentazione, l’ambiente salubre, ecc. sono il primo passo per restare in salute. Senza di questo non esisterà mai medicina, omeopatica o “ufficiale” che possa guarirci definitivamente.

Samuele Comandini, candidato per i Verdi al Consiglio nazionale