20 ott 2011 - 13:37

Fonti non ancora confermate parlano della cattura di Gheddafi


A due mesi dalla caduta di Tripoli, le truppe del Consiglio nazionale transitorio (Cnt) conquistano anche Sirte, ultima roccaforte di Gheddafi e sua città natale. E secondo quanto annunciato dalla tv araba ‘al-Jazeera’, il colonnello libico Muammar Ghaddafi sarebbe stato catturato dalle milizie del Cnt. Anche la tv concorrente, ‘al-Arabiya’, conferma che questa notizia sta circolando in queste ore tra i capi del Cnt di Tripoli, anche se non avrebbe ancora trovato una conferma ufficiale.

L’assalto finale alla città portuale è scattato alle otto di questa mattina e si è concluso circa 90 minuti più tardi. Appena prima dell’offensiva, circa cinque camionette cariche di lealisti di Gheddafi hanno cercato di lasciare la città verso la strada costiera, ma sono stati fermati a colpi d’arma da fuoco dalle milizie del Cnt.

Nella sparatoria sono morti almeno una ventina degli uomini rimasti fedeli al Colonnello. Terminata la battaglia, gli insorti hanno iniziato a rastrellare case ed edifici in cerca di altri combattenti dell’ex regime che potevano essere rimasti nascosti in citta’. Almeno 16 lealisti di Gheddafi sono stati catturati, mentre sono state sequestrate ingenti quantita’ di munizioni e camion carichi di armi. Sempre questa mattina la tv qatariota aveva parlato della cattura del cugino di Gheddafi, Ahmed Ibrahim, e del segretario di Muttasim Gheddafi, figlio del colonnello.

“Le truppe ancora fedeli al colonnello libico Muammar Gheddafi sono in fuga da Sirte e ora si sta combattendo a 12 chilometri dalla città”, ha rivelato un comandante del Cnt libico alla tv araba ‘al-Jazeera’. “Questa mattina i nostri uomini hanno conquistato il quartiere numero 2 di Sirte dove da giorni si erano asserragliati gli uomini di Gheddafi – ha spiegato – Una colonna composta da 40 veicoli è quindi fuggita verso ovest ed è stata attaccata dai caccia della Nato che hanno effettuato alcuni raid”.

In questo momento si contano solo sette veicoli delle brigate di Gheddafi lungo la strada che porta a Misurata, “i quali sono stati circondati dai miliziani del Cnt e con i quali hanno ingaggiato un violento scontro a fuoco. Inoltre il resto delle truppe del Consiglio nazionale libico sta perlustrando casa per casa il quartiere numero 2 di Sirte alla ricerca di eventuali cecchini ancora nascosti sui tetti”.