7 mar 2012 - 16:23

Servizio sociale comunale di Balerna, online il rapporto di attività 2011


È stato presentato oggi alla stampa il rapporto d’attività del servizio sociale comunale di Balerna per l’anno 2011, visionabile anche sul sito internet del Comune www.balerna.ch (albo comunale / rapporto attività del servizio sociale).

Dalla sua creazione, nel febbraio del 2002, il servizio sociale comunale – nella persona dell’operatrice sociale signora Claire Lecannellier, laureata in scienze sociali – ha potuto fornire il proprio supporto e aiuto a 741 persone. I dati del 2011 sono in linea con quelli degli anni precedenti sia quantitativamente (66 nuovi casi trattati) sia per tipologia di utenti e di problematiche; da notare l’incremento delle auto segnalazioni. Si tratta di un elemento importante “poiché la modalità con cui gli utenti si avvicinano al servizio sociale (per due terzi si tratta di auto segnalazioni) è un buon indicatore del grado di conoscenza e apprezzamento del servizio”, viene sottolineato dall’esecutivo.

Le persone che fanno capo al servizio sociale comunale sono per lo più nella fascia d’età lavorativa, fra i venti e i sessant’anni, e per quasi due terzi di cittadinanza svizzera. Le prestazioni fornite vanno dalla consulenza, informazione e aiuto nella richiesta di prestazioni sociali di diverso tipo, alle valutazioni economiche o pianificazioni finanziare; dal seguito di sostegno e accompagnamento per problemi economici, sociali o relazionali all’indirizzamento verso altre istituzioni o servizi della rete sociale, presenti sul territorio. Sempre maggior peso assumono gli interventi in relazione all’obbligo assicurativo malattia e relative problematiche di pagamento dei premi di cassa malati. Di particolare rilievo l’impegno (25 casi) posto nell’attuazione di misure attive di inserimento di beneficiari di prestazioni assistenziali, misure che tendono al reinserimento nel mondo del lavoro. In quest’ambito è opportuno rilevare il ruolo estremamente importante che gli enti pubblici e le organizzazioni possono svolgere nel mettere a disposizione posti per questo genere di reinserimenti professionali. Nel 2011 sono stati erogati poco meno di 40 mila franchi in aiuti economici, dai fondi comunali e di enti di solidarietà. L’ammontare delle prestazioni assistenziali, erogate dall’ufficio cantonale del sostegno sociale e dell’inserimento, a favore di cittadini di Balerna ha superato i 740 mila franchi. La quota parte pagata dal Comune (il 20%) ha raggiunto i 148 mila franchi, con un aumento dell’11% rispetto all’anno precedente.

“Si può riaffermare la bontà della scelta, a suo tempo fatta, nell’istituire il servizio sociale comunale”, conclude Giancarlo Gerosa, capo Dicastero attività sociali. “Un’antenna sul territorio, di consulenza, sostegno e accompagnamento nella rete di protezione sociale esistente, quanto mai importante in un periodo di crisi economica”.