ECONOMIA
Argentina piangi pure, è default

Argentina piangi pure, è default

L’agenzia Standard & Poor’s sancisce il default per il paese sudamericano, mentre proseguono le trattative dell’ultima ora

BancaStato: oltre il 10 percento dei dipendenti pre-pensionati

BancaStato: oltre il 10 percento dei dipendenti pre-pensionati

Vasta operazione di pre-pensionamento in BancaStato grazie ai cambiamenti informatici e organizzativi

Shopping a Como, sempre più svizzeri. Ma non sono quelli che spendono di più

Shopping a Como, sempre più svizzeri. Ma non sono quelli che spendono di più

Dai dati dei “tax free” emergono i dati dello shopping nella città lariana. Nettamente in testa gli svizzeri.

BSI ufficialmente venduta, da oggi si balla la samba!

BSI ufficialmente venduta, da oggi si balla la samba!

Generali dopo un lungo processo di vendita riesce infine a vendere la ticinese BSI alla brasiliana BTG Pactual

Fine giugno: oltre 9 mila persone cercano un lavoro

Fine giugno: oltre 9 mila persone cercano un lavoro

Situazione in lieve miglioramento sul fronte della disoccupazione, con un tasso al 3,7 percento in Ticino

I maiali americani fregano tutti

I maiali americani fregano tutti

Il miglior investimento? Per la NZZ è chiaro, la carne di maiale è quella che ha visto maggiormente schizzare il prezzo

Altro che Credit Suisse, la francese BNP Paribas paga multa stellare

Altro che Credit Suisse, la francese BNP Paribas paga multa stellare

Una sberla di quasi 9 miliardi di dollari e l’esclusione temporanea da alcune transazioni in dollari, BNP Paribas barcolla

Prezzi di riviste e quotidiani: aumenta sempre di più la differenza tra Ticino e Italia

Prezzi di riviste e quotidiani: aumenta sempre di più la differenza tra Ticino e Italia

Calano le differenze con Francia e Germania, mentre aumenta lo scarto con l’Italia. Quotidiani e riviste sempre più convenienti se acquistati oltre confine.

Maggio positivo per gli alberghi, ma l’estate non promette grandi exploit

Maggio positivo per gli alberghi, ma l’estate non promette grandi exploit

Risultati contrastanti tra il settore alberghiero e paralberghiero nel mese di maggio 2014

Crisi elettrica, continuano i tagli al personale

Crisi elettrica, continuano i tagli al personale

È tempo di tagli per il settore energetico: l’azienda elettrica della Svizzera centrale sopprime 20 posti di lavoro, a cui si aggiungono i 20 lasciati liberi alla fine dell’anno, che non verranno rinnovati