Bruschi, «non si viene eletti per supportare una sola causa ma per rappresentare i cittadini»

Il Municipale risponde al PS di Giubiasco, che non lo ritiene più suo rappresentante dopo la decisione di candidarsi nelle fila della Lega per la Nuova Bellinzona

BELLINZONA - Il botta e risposta continua. Flavio Bruschi, il Municipale che siede nell'Esecutivo di Giubiasco, ha deciso qualche settimana fa di candidarsi in vista delle elezioni della Nuova Bellinzona nella lista della Lega.

Ovviamente spiazzato il PS di Giubiasco, che ieri in una nota ha fatto sapere di non ritenerlo più il rappresentante dei socialisti, ma che di un'eventuale espulsione si dovrà occupare, dopo il 2 aprile, la neocostituita sezione della Nuova Città.

Bruschi ha voluto a sua volta ribattere, con qualche riga inviataci per email.

«Confermo di aver ricevuto comunicazione dalla direzione della sezione PS nel senso che non rappresento più, da subito, il PS in Municipio», scrive. «Ribadisco per contro che, mantenendo fede alla promessa fatta nelle mani del Giudice di pace, continuerò a rappresentare gli interessi di tutti i cittadini di Giubiasco, compresi quelli socialisti. Ritenevo che tale principio fosse ampiamente acquisito e quindi sostengo che non si è eletti  “…per supportare la causa socialista” o di altri partiti. Continuerò così anche in futuro».