Commissione Petizioni … quo vadis?

di Fausto “Gerri” Beretta Piccoli

Chiedo se il Municipio è al corrente della situazione di ritardo nell’evadere le domande di naturalizzazione che la Vostra Commissione delle Petizioni sta accumulando.

Chiedo pure se il Municipio è al corrente del fatto che alcuni membri della Commissione rinviano alcune domande basandosi su motivazioni futili e puramente soggettive, abusando così, secondo me, della loro posizione di Consiglieri Comunali.

Visto questo atteggiamento poco costruttivo chiedo la presenza di una persona esterna e neutra all’interno della Commissione delle Petizioni.
Il numero di richieste di concessione di cittadinanza è molto alto, inoltre capita che alcune domande rimangano nel cassetto troppo a lungo.
In queste circostanze il richiedente di cittadinanza ha il diritto di fare causa al Municipio per “mancata giustizia”. A rendere il tutto più imbarazzante, è il fatto che questi ritardi vengono accumulati per l’insistenza con la quale determinati membri della Commissione si impegnano nel trovare minimi e miseri difetti nelle richieste di cittadinanza.

Mi farebbe piacere sapere se il Municipio ritenga professionale questo tipo di atteggiamento e se si è disposti a continuare a tollerare queste situazioni a dir poco imbarazzanti.

In proposito richiamo la legge sulla cittadinanza ticinese e sull’attinenza comunale (LCCit) nonché il relativo Regolamento di applicazione (RLCCit).

Fausto "Gerri" Beretta Piccoli, (Verde libertario), Consigliere Comunale Lugano