Dal PS alla Lega. Bruschi: «qui trovo una socialità forte, giusta e non scontata»

Il Municipale socialista di Giubiasco annuncia la propria candidatura come indipendente sulla lista leghista. «I miei ideali non sono cambiati. Fondamentale che i garantire subito i servizi alla Città»

BELLINZONA - Dal Partito Socialista alla Lega, «convinto che in una carica pubblica debba prevalere lo spirito di servizio e ho sempre sostenuto una socialità forte in grado di aiutare chi ha realmente bisogno». Flavio Bruschi è attualmente Municipale a Giubiasco per il PS, ed ha annunciato con un'email giunta in redazione la sua intenzione di candidarsi per la Nuova Bellinzona... ma con un altro partito.

«I principi da me condivisi nel vecchio PST sono oggi in buona parte riscontrabili nella Lega, nel suo spirito originario e nel suo ispiratore Giuliano Bignasca, collega per anni dell’indimenticato Giovanni Cansani, anch’esso municipale e mio amico. Questa mia decisione non nasce da un cambiamento di ideali, che rimangono gli stessi, bensì dal voler continuare il mio lavoro in favore del nuovo comune, in una forza politica che possa realmente portare una ventata di cambiamento. Una realtà politica in cui, come detto, oggi vedo la spinta verso una socialità giusta e non scontata», prosegue.

Sarà candidato come indipendente sulla lista della Lega, un modo di continuare a operare conservando la sua indipendenza.

Per lui, fondamentale sarà «che i servizi finora erogati ai cittadini dei tredici comuni siano, da subito, garantiti e ben integrati anche nella nuova Città. La volontà della Lega di voler ulteriormente migliorare la qualità della vita e la sicurezza dei nostri concittadini mi fa condividere l’obiettivo».