Fiamme alla Caritas di Giubiasco. A Mendrisio fu dolo

A Giusbiasco il rogo si è sviluppato attorno alle 11.30. Per Mendrisio si pensa a un collegamento con gli interessi del mercato delle gomme usate, in espansione e non sempre legale

GIUBIASCO - Un violento incendio è scoppiato questa mattina presso lo stabile del mercatino dell'usato della Caritas di Giubiasco.

Come comunica la Polizia Cantonale, il tutto è accaduto attorno alle 11.30. Le fiamme, per cause che l'inchiesta di polizia dovrà stabilire, hanno distrutto parte dei mobili e tappeti depositati nel magazzino. Sul posto sono intervenuti i soccorritori della Croce Verde di Bellinzona, i Pompieri di Bellinzona e la Polizia comunale di Giubiasco che ha provveduto a sbarrare la via Monte Ceneri per permettere le operazioni di soccorso.

Non si lamentano feriti o intossicati.

A proposito di incendi, si indaga ancora sul rogo che ha interessato un deposito di pneumatici venerdì scorso a Mendrisio. L'ipotesi del dolo era apparsa subito come la più probabile, dato lo scoppio che avevano sentito i vicini poco prima che divampasse l'incendio, ora, come riferisce il Corriere del Ticino, sono stati rinvenuti sul luogo del rogo una tanica vuota, che probabilmente conteneva del combustibile, e dei guanti. A quanto pare, sia le licenze edilizie sia il numero di pneumatici in attesa di smaltimento che la ditta poteva depositare erano in regola.

Anche se si è ancora nel campo del "si pensa che", potrebbe essere che l'incendio abbia a che vedere col mercato di pneumatici usati, che si sta estendendo anche a garagisti e carrozzieri, oltre a sconfinare nell'illegalità con vendite in nero. Nel fitto sottobosco, dunque, è possibile che ci siano persone intenzionate a danneggiare che opera nella legalità, come il caso della ditta colpita dalle fiamme, la PM Ecorecycling.