Il Municipio di Balerna si ribella. «Posta, ma cosa dici? Il nostro ufficio non è piccolo!»

L’esecutivo del comune del Mendrisiotto contesta alcune affermazioni contenute nel volantino che spiega alla popolazione la scelta definitiva riguardo l’ufficio postale, e preannuncia battaglia

BALERNA - La Posta di Balerna, nonostante le proteste e la petizione firmata da 1.781 cittadini (di cui molti di altri comuni...), chiuderà. Le FFS hanno scritto alla popolazione per annunciare la decisione definitiva, ma il volantino ha causato ulteriori malumori, perché l'ufficio postale viene definito come "piccolo".

Il Municipio, nel pomeriggio, ha diffuso il seguente comunicato:

«Secondo la circolare trasmessa da La Posta lunedì 12 dicembre a tutti i cittadini del paese, quello di Balerna sarebbe un piccolo ufficio, aperto unicamente 3 ore e mezzo il giorno.
In realtà si tratta invece di un ufficio che non è né piccolo né aperto unicamente per il periodo indicato. In effetti quello di Balerna è un ufficio importante, con un’apertura giornaliera di 6 ore e mezzo; è dotato di 4 sportelli di sicurezza, uno sportello per invii di massa con pista drive-in, 2 cabine telefoniche, impianto di 262 caselle accessibili in ogni
momento e Postomat.

In extremis La Posta ha inviato una comunicazione ai media per correggere gli orari d’apertura, non prendendo tuttavia posizione sulle dimensioni dell’ufficio e sui dati completamente errati contenuti nella suddetta circolare. In base ai dati ufficiali in possesso del Municipio, ad esempio il traffico medio giornaliero non è di 96 ma di 299 versamenti, i pacchi sono 17 anziché 3 e le lettere 233 anziché 43.

Quello che poi La Posta volontariamente dimentica di dire è che l’ufficio di Balerna è intensamente utilizzato dalla popolazione, con una media di 224 utenti ogni giorno (uno ogni 2 minuti). Non corrisponde pertanto al vero l’affermazione secondo cui l’ufficio registrerebbe da anni un basso livello di richieste postali.

La Posta scrive altresì che le 1781 sottoscrizioni raccolte per scongiurare la chiusura dell’ufficio proverrebbero in gran parte da cittadini di altri Comuni. Se così fosse, ciò non farebbe che dimostrare il grande interesse intercomunale per questo ufficio, destinato indubbiamente a crescere dopo la chiusura degli uffici di Chiasso Boffalora, Mendrisio Borgo e Morbio Inferiore.

Preoccupato anche per i posti di lavoro non più garantiti, il Municipio conferma pertanto che utilizzerà ogni mezzo a sua disposizione per garantire alla popolazione servizi postali completi e di qualità, opponendosi all’incomprensibile e ingiustificata chiusura dell’ufficio di
Balerna».