Quadri, "noi primo partito perché ci opponiamo a Schengen". Gaffuri: "Lega Nord da sempre genuflessa alla Lega dei Ticinesi"
Anche La Stampa si è occupata del caso delle dogane chiuse, rilevando una differenza di politica fra Berna e Bellinzona, confermata dai due politici
Estero

LUGANO – “Il confine dei dispetti”, lo chiama La Stampa. Anche il prestigioso giornale italiano, dopo numerose trasmissioni televisive e radiofoniche, si è chinato sul momento di tensione fra Italia e Ticino: “un crescendo di dispetti e ripicche”, si legge.

Il tema? Ancora una volta, la chiusura delle tre dogane secondarie durante la notte.

Al di là delle solite affermazioni, l’articolo sottolinea una differenza di politica tra il Governo cantonale e quello federale. D’accordo è anche Lorenzo Quadri, che ha dichiarato: “se la Lega in Ticino è il primo partito, è perché si è sempre opposta a Schengen”. E a Berna, invece? “Lì per difendere l’industria  e uscire dalla black list ha sacrificato le banche, facendo perdere al Ticino migliaia di posti di lavoro”.
Poi accusa i politici italiani di non conoscere molti dei dossier aperti con il nostro paese, o almeno di fingere di non esserne a conoscenza.

Una conferma della tesi della diversità di veduta fra Ticino e Confederazione arriva anche da Luca Gaffuri, consigliere regionale lombardo per il PD e segretario della Commissione per i rapporti tra Lombardia e Confederazione elvetica. Il quale attacca anche la Lega Nord. “Si sa che essa è sempre genuflessa davanti a quella dei Ticinesi. Il punto è a che a Berna hanno capito che il mondo è cambiato, a Bellinzona no”.


Pubblicato il 18.04.2017 16:00

Guarda anche

Estero
Alessandro Fermi ha contattato la Presidente del Sebato Maria Elisabetta Alberti Casellati e al Presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico. "Ci siamo già attivati per chiedere al Governo del Canton Ticino una presa di posizione chiara. Manteniamo l'accordo del 1974"
Estero
Il noto youtuber si concentra sulle condizioni delle strade, filmandone una in Provincia di Milano, una principale. I rifiuti ai bordi sono di ogni genere, e lui si indigna, "se fossimo stati a Napoli, lo mostravano a tutti i tg. Non ho più parole, vomitevole". GUARDA IL VIDEO
Estero
Il cantiere che dovrebbe facilitare il transito da Gaggiolo è fermo all'altezza del Baranzello e il sindaco di Arcisate ha fatto sapere che "i lavori sono temporaneamente sospesi" dato che "è emersa la necessità di regolarizzare le autorizzazioni che servono al completamento dell'opera"
Estero
Due giorni dopo il primo torico evento LGTB in Città, il Circolo Partito della famiglia di Seriate, con la collaborazione di altri enti, organizza presso la chiesa del convento dei Frati Cappuccini un'adorazione di riparazione. Angeloni: "si condanna implicitamente chi partecipa al Pride, andando contro le parole del Papa"