WC chiusi a Pasqua, misura penalizzante per il turismo!
di Petra Schnellmann, consigliera comunale PLR di Lugano
Tribuna libera
La Pasqua appena trascorsa ha fatto registrare pressoché il tutto esaurito nell’intera regione del luganese, come pure a livello cantonale.

Aiutati da un clima mite e da una primavera inoltrata, i turisti si sono concentrati sia in Città che nelle vicine valli e colline che circondano la nostra Lugano.

Purtroppo sono però giunte segnalazioni di diverse lamentele di turisti che si sono visti sbarrate le porte di diversi wc pubblici; come per esempio nelle località di Bogno e Cureggia.

Sono a conoscenza della decisione del Municipio di chiudere appunto alcuni servizi igienici sul proprio territorio per motivi di risparmio ma ritengo oggi che questa misura sia superata e vada rivista nonostante i miglioramenti già fatti grazie a due interpellanze(2014).

Alla luce dell’ottimo consuntivo 2016 (avanzo di esercizio di 8,9 milioni di franchi) e valutato come l’aspetto turistico assuma sempre più importanza, si ritiene giustificato lasciare che i turisti, almeno durante i periodi di grande affluenza, possano usufruire dei servizi pubblici presenti.

Alla luce di quanto esposto sopra, avvalendomi delle facoltà concesse dalla LOC, chiedo al Lodevole Municipio:

• Il lodevole Municipio non ritiene superata una delle misure di risparmio che consiste appunto nella chiusura di alcuni wc pubblici ?
• Se volesse mantenere comunque in vigore tale misura, si riuscirebbe a concludere un accordo, magari con dei privati, per mantenerli aperti durante i periodi turisticamente interessanti ?

Petra Schnellmann – Consigliera comunale PLR


Pubblicato il 19.04.2017 14:39

Guarda anche

Tribuna libera
Due consiglieri comunali momò interrogano il Municipio su cosa accadrà ora che la Casa da gioco ha risolto la sua vertenza con la Nuova Casinò Kursaal Mendrisiotto SA
Tribuna libera
di Andrea Ghisletta, PS
Tribuna libera
Tribuna libera
di Alain Bühler, Lara Filippini, Fabio Käppeli