"Per l'Ambrì basta una pista da 10-15 milioni per giocare in LNA (se ce la fa). E se danno i sussidi, non ci vengano a dire che vanno alzati tasse e balzelli perché non ci sono soldi"
Tuto Rossi attacca "l'Economostro", come definisce il progetto della Nuova Valascia. "Spendere 50 milioni è una follia, ma la squadra non va portata comunque via dalla Valle"
Sport
AMBRÌ – Una pista da 50 milioni? È eccessiva, l’Ambrì deve accontentarsi di un progetto di 10-15 milioni. È l’opinione, stranamente a tema con la giornata in cui Lombardi ha annunciato che forse il progetto per la Nuova Valascia andrà rivisto, espressa da Tuto Rossi, che poco piacerà ai tifosi biancoblu. L’avvocato attacca anche il Governo, nel caso decidesse di accordare i sussidi per il nuovo impianto.

"Piazzare questo Ecomostro nella piana di Quinto per salvare l'AmbrÌ? a 'CCa nisciuno è fesso!", ha scritto su Facebook.

"Ha torto Stefano Artioli quando propone di portare la pista a Castione. Io ritengo che non si può portare via l'Ambrì-Piotta all'Alta Leventina. L'Ambrì è una bella realtà montanara e a tutti piace salire per le partite", concede. "Ma ha ragione Stefano Artioli quando dice che spendere 50 milioni (!!!) per l'Ecomostro di Quinto è una follia"

"L'Ambrì può benissimo continuare a giocare in A (se ce la fa) con una pista da 10-15 milioni.
Qui dietro il "bene della valle" ci sono i soliti speculatori che con appalti diretti/mafiosetti incasseranno milioni, sulla pelle dei ticinesi", prosegue.

"Se il Gran Consiglio vota i sussidi per questo buco nell'acqua, non mi si venga più a dire che bisogna alzare le tasse di circolazione e di mille altri balzelli, perchè non ci sono soldi. Per i soliti noti i soldi ci sono sempre, basta fare finta di "fare il bene del Cantone, del comune, della valle, eccetera", termina attaccando.


Pubblicato il 20.04.2017 16:00

Guarda anche

Sport
Donnarumma, portiere 18enne con un grande futuro davanti, non rinnova col Milan. I tifosi si sentono traditi. E pensare che suoi padri potrebbero essere Totti, Zanetti, del Piero o Maldini... cronaca di tempi passati
Sport
Tami, che da giocatore aveva vestito la maglia bianconera dal 1990 al 1993, ha già allenato il Lugano nel campionato 2002/03. In seguito è stato responsabile di varie nazionali svizzere, ultima la Under 21, e ha diretto per una novantina di partite di Super League il Grasshopper
Sport
Un sostenitore nerazzurro è rimasto colpito da una ragazza presente a Cardiff: "quando ti ho vista in tv, ho pensato che potresti essere un bel capitolo del romanzo della mia vita"
Sport
Seconda Champions League consecutiva per gli spagnoli, che vincono nettamente per 4-1, con doppietta del fuoriclasse portoghese. Secondo tempo da dimenticare per Allegri