Un austriaco su quattro vorrebbe un nuovo Hitler. La democrazia in Europa sta fallendo?
In dieci anni, quelli che lo vorrebbero sono aumentati del 7%. Cresce leggermente anche l'insoddisfazione verso la democrazia, e viene rivalutato il nazismo
Estero
VIENNA – In Austria, c’è voglia di ritorno al passato, anche ad un passato che certamente non è quello della pagine migliori.

Infatti, i risultati di un sondaggio dell’istituto SORA, dicono che il 23% degli austriaci desidererebbe il ritorno di un Füher stile Hitler, quanto meno di una persona che non debba render conto al Parlamento e non debba passare attraverso le elezioni. A prima vista, insomma, la democrazia pare aver stufato gli austriaci.

Il risultato, per quanto fa riflettere sui fattori che abbiano portato un popolo a esprimersi in questi termini, non è del tutto sorprendente: infatti già dieci anni fa coloro che si dicevano insoddisfatti della democrazia erano il 41%, ora siamo passati al 43%. Coloro che invece ne sono contenti sono scesi dal 44% al 32%. Nel 2007, a volere una persona stile Hitler erano il 14%, con un avanzamento del 7%. Non solamente un uomo solo al comando ma anche un cambiamento di sistema.

A distanza di anni, gli austriaci stanno anche rivalutando il nazismo. Per il 31% esso ha avuto anche dei lati positivi.

Questi dati rappresentano il fallimento dei sistemi di governo europei, oppure il malcontento si limita all’Austria? D’altronde, la crescita delle destre negli anni, anche se in alcune nazioni dopo exitpol favorevoli poi non sono riuscite a prendere il potere, è un altro segnale che va in questa direzione. Probabilmente, il voto francese dirà qualcosa in più.


Pubblicato il 21.04.2017 12:30

Guarda anche

Estero
Il Governatore Luca Zaia non vuole essere uno stato a sé e si ispira al nostro Paese. "Con un referendum a cui diranno sì tutti i partiti. andrò a Roma con la forza del popolo alle spalle. Vorrei più Stato dove ci vuole più Stato, meno stato dove ce ne vuole di meno. Ma niente scontri"
Estero
Nel fine settimana si vota per l'autonomia, che non è assolutamente l'indipendenza. Ma un media ha fatto la domanda ai milanesi. "Siamo una delle Regioni più volute economicamente, ci starebbe". "Magari meglio a statuto speciale...". "Dopo quello che è successo in Spagna, non saprei"
Estero
È la proposta di legge lanciata da ConfArtigianato Varese per combattere la fuga dei lavoratori italiani verso il Ticino. "Non è un aiuto di Stato perché per l'impresa il costo sarebbe uguale, ma il lavoratore stesso avrebbe una detassazione sul netto, in modo che esso aumenti"
Estero
Lo hanno annunciato i due parlamentari leghisti Jonny Crosio e Nicola Molteni, i quali spiegano che "se arriverà in Parlamento cercheremo di annientarlo e di impedire che entri in vigore. Già non vogliamo che l'Italia lo ratifichi". E attaccano pure Alfano, "gioca sulla pelle dei lavoratori"