I Verdi decisi, "Merlo, Patuzzi e Denti non ci rappresentano più, da oggi si esprimono come indipendenti"
Il partito ha deciso di fatto l'esclusione dei tre. "È stata una scelta sofferta che permette di ritrovare unità e compattezza all'interno del nostro gruppo"
Politica
BELLINZONA – È rottura totale tra i Verdi e i loro deputati Tamara Merlo, Maristella Patuzzi e Franco Denti. I tre, d’ora in poi, sono da considerarsi indipendenti.

Il partito da lungo tempo non conosce pace interna, sin dall’epoca Savoia. A riaccendere la miccia, almeno a livello pubblico, erano stati proprio i tre, che in un comunicato di qualche giorno fa avevano annunciato la loro decisione di non pagare più il versamento annuo dei finanziamenti pubblici del Gruppo Parlamentare al partito, oltre a criticare apertamente la scelta della moglie di uno dei co-cordinatori, Ronnie David, come segretaria. Avevano inoltre accusato i Verdi di osteggiarli, non coinvolgendoli nelle decisioni e cancellandoli addirittura dal sito Internet (pur ribadendo l’ottima collaborazione all’interno del gruppo parlamentare).

Oggi è arrivata la risposta, decisa, del partito. “I Verdi del Ticino comunicano che a partire da subito non intendono più collaborare con Franco Denti, Tamara Merlo e Maristella Patuzzi. I tre deputati non rappresentano più il partito dei Verdi del Ticino, neppure nelle commissioni in cui siedono, e si esprimono esclusivamente come indipendenti”, è la decisione, espressa senza mezzi termini, e “maturata dopo lunghi e infruttuosi tentativi di mediazione e collaborazione. Alla luce dei recenti avvenimenti il gruppo parlamentare e il gruppo di coordinamento hanno ritenuto di interrompere da subito i rapporti con i tre deputati”.

“Seppure dolorosa questa decisione permette ai Verdi del Ticino di ritrovare l'unità e la compattezza nei propri ranghi affinché ci si possa concentrare sulle sfide centrali per il nostro Cantone, come l'emergenza ambientale costante e i gravi problemi sociali legati alle evoluzioni nel mondo del lavoro”, conclude la nota: i Verdi, dunque, sono alla perenne ricerca di pace.


Pubblicato il 17.05.2017 17:33

Guarda anche

Politica
La testimonianza di un 33enne, "della generazione ibrida", del Sud, "medaglia di sfigato al petto", una laurea presa lavorando per mantenersi e "tanti sogni in un cassetto che non si aprirà mai. A un certo punto, sono partito per il Ticino. Ma il Paradiso non è di questa Terra"
Politica
Il presidente del CdA dell'EOC lascerà la carica una volta comprese le tempistiche di entrata in vigore di quanto votato ieri. In aula si è citato Denti, presidente dell'Ordine dei medici e relatore sulla legge sanitaria. Mattei, "ore di discussione per pochissimi casi"
Politica
Vi aveva aderito a meno di dieci giorni dall'elezione. L'associazione di batte per la liberalizzazione delle armi, in contrasto con le normative UE. "Lascia per la strumentalizzazione e le discussioni pubbliche suscitate dal caso"
Politica
Con 43 sì, e il PLR e la Lega contrari, è stato deciso che chi è in Parlamento non potrà contemporaneamente occupare un posto nei Consigli di Amministrazione di EOC, ACR, BancaStato e AET. "In quegli organi vogliamo persone trasparenti", ha detto Ducry