"Facciamo giocare i ragazzini senza genitori a bordo campo!"
La proposta arriva dal giornalista sportivo Luca Sciarini, la appoggiano il presidente della Federazione Fulvo Biancardi ("ma non può essere eterna...") e il tecnico Livio Bordoli
Sport
GIUBIASCO – I campionati allievi sono fermi per un turno: così ha deciso la Federazione Ticinese, come sensibilizzazione dopo i fattacci avvenuti nel weekend, in particolare contro gli arbitri.
Una misura che servirà? La maggior parte delle persone che ne hanno parlato hanno appoggiato la decisione della Federazione, eppure ci sono anche le voci critiche che suggeriscono soluzioni ancor più drastiche.

Per esempio, dal Quotidiano della RSI, Livio Bordoli, attuale allenatore del Losone con un passato a Locarno, Chiasso, Bellinzona e Lugano (che ha portato in Super League) ha detto che “non basta sospendere i campionati allievi, io avrei coinvolto anche la sfera degli attivi. I ragazzini così vengono privati del piacere di poter scendere in campo”.

Ospite a “Bazzi tuoi” su Radio Fiume Ticino il giornalista di Teleticino Luca Sciarini ha addossato le colpe ai genitori, “si vedono addirittura le mamme, che di calcio magari capiscono poco, che urlano ai giocatori e agli avversari”. Poi ci sono gli allenatori, “che credono di essere Conte e impostano i moduli, ridicoli!”. La proposta di Sciarini è forte: “un anno senza genitori a bordo campo! Porti il figlio, poi te ne vai a fare una passeggiata e torni a prenderlo quando ha finito”.

In collegamento telefonico c’era anche Fulvio Biancardi, presidente della Federazione, che si è detto d’accordo. “Ma una soluzione del genere era stata tentata da alcune federazioni in Svizzera Interna, facendo stare i genitori in una sorta di recinto vicino alla buvette. Ha funzionato, anche gli adulti hanno socializzato, così come i ragazzini. D’altronde, la soluzione non può essere eterna, e quando possono tornare a bordo campo il problema torna. La via dell’educazione è la migliore”. E Sciarini, ridendo: “allora espulsione eterna!”

Alla RSI, anche Bordoli è giunto alla stessa conclusione: partite senza genitori.

Fattibile? Già essere arrivati a proporlo deve far riflettere…


Pubblicato il 18.05.2017 08:30

Guarda anche

Sport
Ieri sera, quando ha iniziato a circolare la notizia della morte di Pergl, mi era stato detto che aveva scelto di morire. Ho preferito non cercare lo scoop, a cosa serve in quei momenti? "Non pareva infelice", ricorda l'ex compagno Perazzo. E Ciarrocchi, "la vita è strana, voglio omaggiare e ricordare la persona speciale che eri"
Sport
La morte è avvenuta il primo maggio in Germania, dopo le esperienze ticinesi, intervallate da una al Vaduz, si era trasferito a Coira per rimanere vicino alla famiglia. Lascia la moglie e una bambina di pochi mesi
Sport
Difficile dire cosa sia mancato ai bianconeri ieri, semplicemente, una volta andati sotto, non sono riusciti a rendersi subito pericolosi e una parata da record ha tarpato loro le ali. Forse dopo aver rimontato la convinzione di partire favoriti ha giocato contro. Ma quanto dato non deve essere disperso
Sport
La presidente dell’Hockey Club Lugano batte le mani al suo allenatore Greg Ireland. "A mente fredda faremo tutte le valutazioni per il futuro, ma Greg si merita un bel 10"