Morto in casa da almeno tre settimane. Nuovo dramma della solitudine ad Arbedo
I vicini hanno allertato la Polizia, che ha trovato l'anziano deceduto nella sua abitazione. Non ci saranno inchieste perché si tratterebbe di una morte avvenuta per cause naturali
Bellinzonese
ARBEDO  - Sconcertante nella sua tristezza. In un’umanità sempre più connessa e social, la dimensione sociale a volte viene davvero persa ed è possibile ancora oggi morire soli. Non bastano, talvolta, le reti sociali, gli aiuti, le possibilità di sostegno.

Qualche settimana fa fu a Morcote, ora il dramma di una persona morta in solitudine senza che nessuno se ne accorgesse è capitato a Arbedo. Vittima un anziano, descritto da chi lo conosceva come burbero e solitario.

I vicini non lo vedevano da svariati giorni, e hanno allertato la Polizia, cui è toccato l’ingrato compito di abbattere la porta della sua abitazione e trovarlo, purtroppo, morto.

Il decesso, secondo quanto riporta il Giornale del Popolo, risalirebbe ad almeno tre settimane fa. Non verrà aperta un’inchiesta perché si tratterebbe di una morte naturale.

Che, finalmente, qualcuno ha scoperto, permettendo probabilmente all’uomo di avere degna sepoltura. Drammi, quelli della solitudine, che fanno riflettere. 


Pubblicato il 18.05.2017 14:30

Guarda anche

Bellinzonese
Il superteste del caso Argo 1 è stato al centro di un articolo dove si parlava di un assegno di invalidità in Italia e di una società in Svizzera. "Il ristorante che avevo in gestione è stato affittato da un signore, il quale ospitava richiedenti l'asilo. Io non ho lavorato per il Cantone"
Bellinzonese
Sono state rese note le posizioni dei controlli mobili tra il 16 e il 22 ottobre. Ecco dove fare attenzione
Bellinzonese
Il servizio per Camorino e Rivera era attribuito a un esercente di Seseglio, per rispettivamente 355mila e 61'700 franchi, per Peccia a uno di Locarno per 290mila franchi, il tutto per via bonale. Dopo il caso Argo 1, si è internalizzato il servizio. "Ma c'era emergenza, è un settore delicato"
Bellinzonese
La Polizia ha diramato come ogni settimana la lista dei controlli mobili e delle loro posizioni (ovviamente approssimative) per il periodo che va dal 9 al 15 ottobre