Shock a Chiasso, ladro entra in un ufficio cambi e spara. La commessa chiama la Polizia, ecco le immagini dell'arresto Video
L'uomo è stato fermato ancora all'interno del locale, e immobilizzato dalle forze dell'ordine mentre esse attendevano i rinforzi. Nessuno è rimasto ferito
Mendrisiotto
CHIASSO - Oggi a Chiasso vi è stata una tentata rapina, come comunica la Polizia cantonale.

Il tutto è avvenuto poco prima delle 14:30 in Corso San Gottardo a un ufficio cambio.

L'allarme dato ha permesso ad una pattuglia della Polizia cantonale ed a una della Polizia della città di Chiasso di arrestare, all'esterno dell'ufficio, un uomo armato di pistola che ha commesso la rapina. Siamo in grado, grazie a un lettore che lo ha inviato al portale liberatv.ch, di mostrarvi, in trenta secondi, il momento del fermo: l'uomo è stato immobilizzato sul posto dagli agenti in attesa dell'arrivo dei rinforzi.

Le forze dell'ordine sono state chiamate da una dipendente dell'ufficio cambi, come ha raccontato a tio.ch. Si è rifugiata nel retro e ha chiamato. L'uomo all'interno  ha sparato un colpo di pistola, ma nessuno è rimasto ferito.

Al momento, vista la delicatezza del lavoro che si sta svolgendo, non saranno rilasciate ulteriori informazioni. Eventuali testimoni che hanno notato movimenti sospetti nelle vicinanze del negozio sono pregati di contattare la Polizia cantonale allo 0848 25 55 55.


Pubblicato il 01.06.2017 18:55

Guarda anche

Mendrisiotto
I due sono poi fuggiti a bordo di una vettura con targhe italiane. Si sono espressi in italiano con accento slavo, la Polizia li sta cercando e invita chi avesse informazioni a telefonare
Mendrisiotto
L'uomo ha insospettito le Guardie di Confine per le risposte evasive alle domande che gli sono state poste. Aveva effettuato delle modifiche al telaio del veicolo per nascondere la droga
Mendrisiotto
Un mese fa aveva salutato la sua ultima classe, pronto a godersi la meritata pensione. Un collasso cardiaco lunedì è stato invece fatale ad Alberto Bräm, conosciuto nel Borgo come docente e membro attivo di svariate attività, dal calcio alle Processioni
Mendrisiotto
L'uomo, residente all'estero, guidava una vettura con targhe italiane, la sua patente era contraffatta. La perquisizione della vettura ha portato alla scoperta di diverse centinaia di grammi di cocaina