Roger, non ci sono più aggettivi. Proviamo allora coi numeri...
Il tennista svizzero a quasi 36 anni vince il torneo di Wimbledon, a 14 anni dalla prima volta, battendo in tre set Cilic. Non ha mai perso un set, e anche per questo entra ancor di più nella storia. I suoi trionfi emozionano una Nazione
Sport
WIMBLEDON – Sempre la stessa magia, ogni volta, a ogni partita, a ogni finale.  E capita spesso. Una nazione che si ferma per un uomo che con una racchetta conquista il mondo. La Svizzera celebra ancora il suo campione più amato, quello che a poco meno di 36 anni ha saputo conquistare ancora Wimbledon.

Sotto gli occhi dei duchi di Cambridge, ma anche quelli, per lui molto più importanti, di sua moglie e dei suoi figli, sempre al suo fianco, capaci di farlo emozionare ancora, Roger Federer ha vinto il 19esimo titolo della sua carriera per cui ormai non esistono più aggettivi.

E allora proviamo con i numeri. È l’ottavo trionfo a Wimbledon, il secondo titolo Slam dell’anno. King Roger ha sconfitto in un’ora e 40 circa Cilic, senza concedergli nulla. Nell’intero torneo, non ha perso un set, il quinto nella storia a riuscirci: non accadeva dal 1976, allora fu Borg. È il vincitore più anziano di Wimbledon nell’era Open, qui solo quattro tennisti nella storia hanno vinto dopo i 35 anni. Federer oggi ha stabilito un record, vincendo a 14 anni dalla prima volta.

Forse ci riproverà fra un anno, ha detto col trofeo in mano, dopo aver chiuso in tre set con 6-3, 6-1, 6-4. Ha baciato la coppa, l’ha rimirata, si è emozionato, come la prima volta. La magia sta anche in questo, nello stupirsi e nel gioire dopo ogni trofeo, anche ora che ne ha vinti una marea, talmente tanti che elencarli tutti è difficile.

Insieme a lui, festeggia la Svizzera, fiera del suo King. Quando c’è Federer, è sempre cosi.


Pubblicato il 16.07.2017 22:19

Guarda anche

Sport
I tifosi felici di poter rivedere i derby, la tv privata gioisce, grazie alla collaborazione del gruppo del Corriere del Ticino e prepara pre e post partita. Carpani ammette la sconfitta, "nello sport si perde", Pelli esclude che sia un colpo a favore di chi vuole abolire la Billag
Sport
La tv privata si aggiudica i restanti cinque derby stagionali: i commenti saranno del team di UPC, mentre Luca Sciarini in studio condurrà uno show pre e post partita. "La loro offerta rispecchia perfettamente le nostre idee". Foa: "vogliamo essere vicini al pubblico"
Sport
L'atleta paralimpico Murat Pelit commenta sui social la vicenda che ha coinvolto il giocatore del Berna: "su Facebook siete tutti paladini della giustizia? Ma chi non ha mai dato del mongolo o dell'handicappato per scherzo a un amico? Vi do io un consiglio..."
Sport
Scandalose dichiarazioni del giocatore del Berna contro Walker e Chiesa stesso, che hanno sollevato un polverone. Il Lugano replica con un video, Rüfenacht ne pubblica un altro dove si scusa, "non succederà più, perdonatemi". Lapierre, "un campione deve esserlo anche fuori dal ghiaccio" GUARDA IL VIDEO DEL LUGANO