Roger, non ci sono più aggettivi. Proviamo allora coi numeri...
Il tennista svizzero a quasi 36 anni vince il torneo di Wimbledon, a 14 anni dalla prima volta, battendo in tre set Cilic. Non ha mai perso un set, e anche per questo entra ancor di più nella storia. I suoi trionfi emozionano una Nazione
Sport
WIMBLEDON – Sempre la stessa magia, ogni volta, a ogni partita, a ogni finale.  E capita spesso. Una nazione che si ferma per un uomo che con una racchetta conquista il mondo. La Svizzera celebra ancora il suo campione più amato, quello che a poco meno di 36 anni ha saputo conquistare ancora Wimbledon.

Sotto gli occhi dei duchi di Cambridge, ma anche quelli, per lui molto più importanti, di sua moglie e dei suoi figli, sempre al suo fianco, capaci di farlo emozionare ancora, Roger Federer ha vinto il 19esimo titolo della sua carriera per cui ormai non esistono più aggettivi.

E allora proviamo con i numeri. È l’ottavo trionfo a Wimbledon, il secondo titolo Slam dell’anno. King Roger ha sconfitto in un’ora e 40 circa Cilic, senza concedergli nulla. Nell’intero torneo, non ha perso un set, il quinto nella storia a riuscirci: non accadeva dal 1976, allora fu Borg. È il vincitore più anziano di Wimbledon nell’era Open, qui solo quattro tennisti nella storia hanno vinto dopo i 35 anni. Federer oggi ha stabilito un record, vincendo a 14 anni dalla prima volta.

Forse ci riproverà fra un anno, ha detto col trofeo in mano, dopo aver chiuso in tre set con 6-3, 6-1, 6-4. Ha baciato la coppa, l’ha rimirata, si è emozionato, come la prima volta. La magia sta anche in questo, nello stupirsi e nel gioire dopo ogni trofeo, anche ora che ne ha vinti una marea, talmente tanti che elencarli tutti è difficile.

Insieme a lui, festeggia la Svizzera, fiera del suo King. Quando c’è Federer, è sempre cosi.


Pubblicato il 16.07.2017 22:19

Guarda anche

Sport
A 36 anni e mezzo Federer diventa così il giocatore più "anziano" di sempre al primo posto del ranking ATP, a cui aveva dovuto rinunciare nel 2012. Aveva raggiunto per la prima volta la vetta della classifica mondiale 14 anni fa, nel febbraio del 2004. E da lunedì inizierà la sua 303esima settimana da numero 1 al mondo
Sport
Il club rossoblù si è rivolto al Ministero pubblico e alla Swiss Football League per "il tentativo di manipolazione delle gare di campionato, messo in atto da soggetti che negli scorsi giorni hanno avvicinato alcuni calciatori". Bignotti spiega cos'è successo. "Ancora una volta, abbiamo visto di avere un gruppo eccezionale"
Sport
La RSI ha comunicato che il 51,2% dei telespettatori, pari a 50'600 persone, era davanti alla tv domenica per tifare per Roger nella finale contro Cilic. Si tratta di un campione che come pochissimi sa catalizzare l'attenzione e farsi amare da tutti. E intanto Mirka in tribuna...
Sport
Il Lugano ha firmato una partnership con la banca ticinese, che darà il nome alla pista a partire dal primo maggio. "Un momento storico", ha detto Mantegazza, parlando di una realtà come la Cornèr "legata al territorio ma al tempo stesso internazionale". Un episodio che fa riflettere su quanto lo sport è dovuto cambiare