"Le ticinesi dovrebbero essere velate". Lo youtuber shock rincara la dose, "sono cattive con gli uomini, avrebbero bisogno di lezioni dalle donne marocchine" Video
David Lacoste aveva ripreso una spiaggia a Lugano, parlando di "paese guidato da banchieri satanisti, senza senso del pudore. Si sta meglio nei paesi arabi". In un incontro, Lambrenedetto XVI lo attacca, "mi fai ridere", ma lui non molla, anzi! GUARDA IL VIDEO
Luganese
LUGANO - Settimana scorsa ha fatto parlare con un video shock, assurdo quanto vero, nel week end ha rincarato, se fosse possibile, la dose.

Stiamo parlando di David Lacoste, uno youtuber sconosciuto sino a qualche giorno  fa e salito (tristemente) alla ribalta per otto minuti di immagini (che vi proponiamo) dove paragona il Ticino e l'abbigliamento della ragazze che prendono il sole al lago con il suo paese preferito, il Marocco. Che a suo avviso è nettamente migliore, con le donne che hanno più senso del pudore.

"La donna non deve mostrarsi come al mercato", afferma, ritraendo col cellulare, e commentando indignato scene normalissime di giovani in bikini, che lui chiama "mutandine e reggiseno". "È così che difendete le donne?", rincara, prendendosela anche con una padrona che gioco col suo cagnolino. David Lacoste parla di Islam, "lì c'è molto più decoro, ed è per questo che vogliono smantellarlo. Non pensate al terrorismo, in realtà è solo finanziato da chi vuole distruggerlo". Si spinge a dire che la Svizzera fra cinquant'anni sarà un paese estinto perché si fanno pochi figli, "mentre aumenteranno i musulmani, è qualcosa di positivo, di giusto".

"Volete una vita pulita senza volgarità? Andate nei paesi arabi! La Svizzera, d'altronde, è governata da banchieri satanisti", prosegue, indicando delle oche come "unica cosa pura". e a suo dire "se parli con queste ragazze, ti rispondono pure male, dunque perché vestitirsi così? Io qui non porterei mai mio figlio". Insomma, ragazze velatevi, è il forte e provocatorio messaggio, di cui l'uomo pare convinto.

Un altro youtuber, famoso per parlare spesso e bene di Svizzera (intervistato anche da TicinoLibero), e per sottolineare le mancanze dell'Italia, ovvero Lambrenedetto XVI, è tornato sul tema, incontrando a Lugano proprio David Lacoste. Col suo solito tono provocatorio, lo ha invitato, come molti prima di lui, a tornare nei paesi arabi, o almeno a non venire in Svizzera, e lo ha sottoposto a una sorta di intervista che non ha fatto uscire molto bene Lacoste. Che, appunto, ha rincarato la dose.

Quanto possono scoprirsi le donne? Devono essere velate, si possono vedere solo il viso e le mani. "Qui non hanno un limite, ci sono anche ragazze che si mettono col tanga in mezzo al parco. In Marocco non vedi queste cose", afferma sicuro "l'amante delle donne coperte", convertito all'Islam.

C'è di più: le ticinesi, o almeno le donne che vivono qui, sarebbero anche cattive con gli uomini. "Posso portare centinaia di esempi di uomini trattati malissimo, con donne che si fanno pagare la serata poi scappano via e vanno con un altro". Accuse pensantissime, insomma. "Dovrebbero fare un corso da una che ha il velo e che le indica come comportarsi col sesso maschile", aggiunge, sotto lo sguardo perplesso di Lambrenedetto.

"Vorrei che le ragazze avessero un comportamento più buono, i ragazzi subiscono troppo", risponde alla domanda "vuoi un comportamento simile al Marocco", citando anche bottigliate in testa. Ma la donna che immagina non è succube, "siamo pari, ma l'uomo è uomo e la donna è donna, essa non deve fare l'uomo", continua, spiegando di avere una compagna marocchina.

"Mi fai ridere, cos'hai da dire sulla Svizzera, che è perfetta", lo apostrofa Lambrenedetto, per sentirsi rispondere. "è perfetta ma bisogna cercare il pelo nell'uovo, sono il re dell'informazione, mi hanno chiesto gli svizzeri stessi di smascherare quanto succede". E aggiunge di avere studiato recitazione, e dunque di fingere per i suoi video. "Ho fatto apposta quel video per farli arrabbiare".

Ma sa di scusa, perchè è palese che è convinto e pensa ciò che ha detto nel suo video, e ribadito anche ora. E non è neppure l'unica volta che parla, male, di Svizzera, e dei banchieri che chiama satanici.


Pubblicato il 07.08.2017 09:00

Guarda anche

Luganese
Il capogruppo Galeazzi: "come per il LAC, cerchiamo persone che non siano politici ma esperti. settore. Se entrambi i nostri possibili candidati scenderanno in campo, qualcuno non dormirà sonni tranquilli. Attenzione alla nuova Adria, non vorremmo licenziamenti"
Luganese
La capogruppo socialista a Lugano parla del futuro dello scalo: "deve stare in piedi da solo, e dovrebbe essere la LASA a prendersi le proprie responsabilità e fare investimenti. Il direttore è importa ma conta la squadra. Merlo? Non lo conosco"
Luganese
La donna, una 59enne, ha perso il controllo del motoveicolo ed è salita sul marciapiede dove lavoravano i due uomini, un 32enne della Provincia di Novara e un 50enne della regione
Luganese
Il giovane di origine albanese, che è stato apprendista ingegnere nello studio dove lavorò Paolo Beltraminelli, è fra i seguaci del 33enne condannato nei giorni scorsi. Dadò, "non lo conosco, e dopo le elezioni non si è più visto nè sentito"