ESCLUSIVO Barcellona si rialza. "Se volete farci paura, non ci riuscirete!" Ecco le immagine della Rambla che ricomincia a vivere Video
Un inviato speciale di TicinoLibero ci propone le immagini della strada colpita dall'attentato dell'altro giorno: una distesa di fiori, di ricordi, e di gente che vuole ricominciare a vivere e non avere paura. GUARDA LE FOTO E IL VIDEO
Estero
BARCELLONA - A pochi giorni dal terrore scatenato sulla Rambla di Barcellona dall'ultimo (in ordine di tempo) attentato islamico, TicinoLibero è in grado di fornirvi in eslcusiva un reportage con foto e video di come la città catalana sta reagendo allo shock.

Ovvero, tornando a vivere, ricominciando ad affollare la zona, più forte di prima. C'è dolore, c'è rabbia, c'è tanta voglia, soprattutto, di ripartire, e di vivere.

Uno nostro contatto, che per lavoro gira il mondo e che in questi giorni si trovava proprio a Barcellona, ci ha fatto avere la testimonianza della grinta degli spagnoli. "Non ce la faranno a farci paura, quei vigliacchi", ci dice, e lo ripete nel video La sua rabbia è quella dei catalani colpiti al cuore, "se hanno voluto fare paura hanno sbagliato. Mi dispiace per i morti, però vogliono sottomettere l'Occidente e non ce la faranno".

Passeggia sulla Ramblas, e gli sembra di attraversare un parco fiorito. Ci sono fiori dovunque, portati da gente comune, che vuole esprimere vicinanza alle famiglie delle vittime. Fiori per delle vite finite in tragedia. "È facile fare un attentato qui, c'è sempre molta gente", racconta il nostro "inviato speciale", esprimendo quello che prova la gente.

Dopo alcuni giorni, la vita è ricominciata. Nessuno vuole avere paura, a Barcellona.


Pubblicato il 25.08.2017 09:00

Guarda anche

Estero
Il noto youtuber è da sempre un fan del nostro paese, e lo fanno arrabbiare coloro che dicono "non è tutto oro quel che luccica". "Ah sì? Fatemi un video del vostro paese allora... Venite qui, ai massimi livelli mondiali, e criticate. Gli svizzeri e i ticinesi hanno una grande pazienza". GUARDA IL VIDEO
Estero
Su un gruppo Facebook dedicato ai frontalieri, si affronta il tema della vita sociale. Ma qualcuno ragiona, "considerando che in Italia non potrei permettermi nulla, f-----o il tempo libero". Però diversi dicono che "se potessi, guadagnerei meno in Italia. Dove il lavoro non si trova..."
Estero
Ha scatenato polemiche una domanda inserita in un test di Medicina (atto a valutare le nozioni acquisite), nella sezione su diagnostica, genetica, malattie e comportamenti da tenere dinnanzi a certe malattie: "in percentuali, quanti sono gli omosessuali?". Anche la Ministra scandalizzata
Estero
Lui è il presidente di PayPall e ha in mente il progetto di una città nell'Oceano vicino alla Polinesia francese, totalmente servita da energia solare e eolica, dove si possano sperimentare il reddito di base univerale, il libero mercato, la democrazia e il comando dei burocrati