ESCLUSIVO Barcellona si rialza. "Se volete farci paura, non ci riuscirete!" Ecco le immagine della Rambla che ricomincia a vivere Video
Un inviato speciale di TicinoLibero ci propone le immagini della strada colpita dall'attentato dell'altro giorno: una distesa di fiori, di ricordi, e di gente che vuole ricominciare a vivere e non avere paura. GUARDA LE FOTO E IL VIDEO
Estero
BARCELLONA - A pochi giorni dal terrore scatenato sulla Rambla di Barcellona dall'ultimo (in ordine di tempo) attentato islamico, TicinoLibero è in grado di fornirvi in eslcusiva un reportage con foto e video di come la città catalana sta reagendo allo shock.

Ovvero, tornando a vivere, ricominciando ad affollare la zona, più forte di prima. C'è dolore, c'è rabbia, c'è tanta voglia, soprattutto, di ripartire, e di vivere.

Uno nostro contatto, che per lavoro gira il mondo e che in questi giorni si trovava proprio a Barcellona, ci ha fatto avere la testimonianza della grinta degli spagnoli. "Non ce la faranno a farci paura, quei vigliacchi", ci dice, e lo ripete nel video La sua rabbia è quella dei catalani colpiti al cuore, "se hanno voluto fare paura hanno sbagliato. Mi dispiace per i morti, però vogliono sottomettere l'Occidente e non ce la faranno".

Passeggia sulla Ramblas, e gli sembra di attraversare un parco fiorito. Ci sono fiori dovunque, portati da gente comune, che vuole esprimere vicinanza alle famiglie delle vittime. Fiori per delle vite finite in tragedia. "È facile fare un attentato qui, c'è sempre molta gente", racconta il nostro "inviato speciale", esprimendo quello che prova la gente.

Dopo alcuni giorni, la vita è ricominciata. Nessuno vuole avere paura, a Barcellona.


Pubblicato il 25.08.2017 09:00

Guarda anche

Estero
La bravata è costata ad un dottore del nostro Cantone 600 euro di multa. Per la Polizia, una volta visto il contenuto del sacco gettato a terra nei pressi della discarica, è stato un gioco da ragazzi risalire a lui e consegnarli la sanzione di 600 euro, in linea con la campagna anti-rifiuti del sindaco
Estero
Il Ministro dell'Interno è nell'occhio dei ciclone per la questione migranti, ma non dimentica i vicini, "un Paese rigoroso che fa rispettare le sue regole. Per questo avremo particolari attenzioni su Como, potenzieremo gli organici delle forze dell'ordine della provincia"
Estero
In provincia di Bergamo, un maghrebino è stato azzannato dal cane della famiglia nella cui casa voleva rubare. Ma non è finita, perché ha deciso di andare in Polizia denunciando l'aggressione e i Carabinieri si sono visti costretti a portare avanti il caso. GUARDA IL VIDEO
Estero
Oscar Mazzoleni analizza il nuovo assetto governativo della Penisola. "È una coalizione inedita e eterogenea, l'autorevolezza di Conte come mediatore fra i due potenti vice-ministri è da dimostrare. Bruxelles, la BCE e i paesi europei sono preoccupati. I toni saranno sempre da campagna elettorale"