Il caos prosegue... e fuori dalle scuole medie, più bus che allievi! Video
Per portare a casa gli allievi di Pregassona, si sono presentati come annunciato i mezzi delle Autolinee Regionali Luganesi più quelli delle due ditte incaricate dal DECS (una è la Principe Viaggi SA). GUARDA IL VIDEO
Luganese
PREGASSONA - E il caos, intanto, a Pregassona prosegue.

Mentre i politici non se le mandano di certo a dire, discutendo di CCL, sindacalisti, tempistiche, favoritismi e attaccandosi a vicenda (vedi, per esempio, la battaglia social tra Petrini e Fonio), per gli allievi delle scuole medie c'era il dilemma: su che bus salgo?

Il DECS ha detto una cosa, i docenti dovevano informare oggi i ragazzi, le ARL hanno affermato tutto il contrario, annunciando che si sarebbero presentate coi loro automezzi.

Infatti così è stato, basti vedere il caos del video... insomma, più bus che allievi!


Pubblicato il 28.08.2017 17:30

Guarda anche

Luganese
Mister Prezzi ieri ha detto che quello dei costi della salute è il problema principale in Svizzera nel 2018, ed ha creato una piattaforma per confrontare prezzi e qualità delle cure negli ospedali svizzeri per i 20 trattamenti stazionari più frequenti. Da Lugano qualcuno è contento
Luganese
Ieri c'era stata la svolta nel caso della 21enne scomparsa ormai da quasi due settimane da Caslano: era ospite di un uomo nel Nord Italia, con cui non si sa in che rapporto fosse. Il fratello era riuscito a mettersi in contatto, adesso la ragazza è a casa
Luganese
Il fratello della 21enne scomparsa da Caslano una decina di giorni fa ha parlato al telefono con un uomo che la ospita nel Nord Italia: non è il ragazzo della giovane, che vive invece a Torino, ed è sconosciuto alla famiglia. I parenti non sono riusciti a parlare direttamente con lei, che però starebbe bene
Luganese
A cercare la giovane è la sorella attraverso un appello social, la famiglia ha denunciato la scomparsa in Polizia (ma non sarebbe la prima volta che si allontana da casa). Anche il suo ragazzo a Torino non avrebbe notizie: il cellulare tace da quando è uscita di casa il 10 febbraio attorno alle 11.30