Il caos prosegue... e fuori dalle scuole medie, più bus che allievi! Video
Per portare a casa gli allievi di Pregassona, si sono presentati come annunciato i mezzi delle Autolinee Regionali Luganesi più quelli delle due ditte incaricate dal DECS (una è la Principe Viaggi SA). GUARDA IL VIDEO
Luganese
PREGASSONA - E il caos, intanto, a Pregassona prosegue.

Mentre i politici non se le mandano di certo a dire, discutendo di CCL, sindacalisti, tempistiche, favoritismi e attaccandosi a vicenda (vedi, per esempio, la battaglia social tra Petrini e Fonio), per gli allievi delle scuole medie c'era il dilemma: su che bus salgo?

Il DECS ha detto una cosa, i docenti dovevano informare oggi i ragazzi, le ARL hanno affermato tutto il contrario, annunciando che si sarebbero presentate coi loro automezzi.

Infatti così è stato, basti vedere il caos del video... insomma, più bus che allievi!


Pubblicato il 28.08.2017 17:30

Guarda anche

Luganese
Seo Arigoni: "In alcune discoteche i giovani hanno il tavolo con lo champagne. Lo spirito del Tra ti fa sentir bene indipendentemente da chi tu sei o dal vestito che porti, e questo ha fatto sì che in molti si affezionassero al luogo. Sabato sera verrà presentato un CD, è l'occasione per quattro chiacchiere"
Luganese
La moglie del gerente del locale ancora non si capacita del motivo dell'irruzione. "Ci hanno detto che era un controllo campione", spiega, mentre nel comunicato di Polizia si diceva altro… "Siamo alternativi? Dipende cosa si intende con questo termine. Vorremmo parlare coi delegati di quartiere"
Luganese
La gara automobilistica svoltasi oggi a Zurigo ha acuito i rimpianti per la Città che non è riuscita a portarla sulle rive del Ceresio. Tiziano Galeazzi: "si vede che manca un vero management per gli eventi coordinati tra pubblico, enti turistici, di settore e privati, per manifestazioni di respiro internazionale"
Luganese
Ieri il sindaco di Napoli aveva detto che "chi sa affrontare le sofferenze alla fine riscopre anche maggiormente il gusto di vivere, non solo di sopravvivere". E ha indicato Lugano come esempio "dove tutto va bene". Marco Borradori risponde, "abbiamo i nostri grattacapi, cerchiamo di fare in modo che tutto funzioni"