Attacco con gas all'aeroporto di Francoforte? La Polizia per ora nega, sei persone hanno avuto problemi agli occhi e alla respirazione
Uno sconosciuto in mattinata ha spruzzato una sostanza irritante nell'area check-in del terminal 1, causando scene di panico. Le forze dell'ordine vanno caute, parlando di indagini in corso. Il gas intanto non è già più respirabile nell'aria
Estero
FRANCOFORTE- Allarme all'aeroporto di Francoforte!  Secondo la ricostruzione fornita dalla Bild, uno sconosciuto ha spruzzato una sostanza irritante nell'area, per un sospetto attacco.

Esso è avvenuto nell'area check-in del terminal 1, causando scene di panico, come riporta il giornale tedesco Bild. Secondo la ricostruzione fornita dal quotidiano, uno sconosciuto ha spruzzato la sostanza irritante nell'area. Il bilancio di sei feriti lievi è stato riferito dalla polizia tedesca, che non parla di attacco con gas e anzi precisa che "le cause non sono chiare" e "le indagini sono in corso". Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, il cui intervento si è già concluso.

Il giornale Hamburger Abendblatt cita un portavoce di Fraport, la società che gestisce l'aeroporto di Francoforte, secondo cui sei passeggeri hanno riportato problemi agli occhi e alla respirazione.

Su Twitter l'operatore Fraport ha poi fatto sapere che gli sportelli del check-in che erano stati temporaneamente chiusi sono stati riaperti; inoltre i vigili del fuoco hanno valutato che non è più rilevabile nell'aria la presenza di gas irritante.

La situazione sembra dunque rientrata e le indagini della polizia dovranno accertare cosa sia accaduto.

Pubblicato il 11.09.2017 13:53

Guarda anche

Estero
Un ordigno è esploso questa mattina attorno alle 8.20, un'ora di punta, e gli artificieri stanno lavorando per disinnescarne un secondo. Fortunatamente, non ci sono morti, i feriti sono una ventina, parecchi con bruciature al volto
Estero
Riflessioni sulla sconvolgente storia della ragazzina uccisa dal proprio ragazzo: un amore contrastato, con alti e bassi, come racconta il profilo Facebook di Noemi Durini, con le famiglie contro. Il padre di lui la definiva "un cancro", i genitori di lei avevano chiesto aiuto
Estero
A scatenare il caso erano state delle immagini della Presidente della Confederazione Leuthard e proprio del conduttore della trasmissione, "beccato" di nuovo. "Predica bene e razzola male"?. Parrebbe di no, perché in tv ci si chiede "è giusto pagare sempre prezzi gonfiati?"
Estero
Gyula Marfi si è distinto recentemente per dichiarazioni durissime in merito all'immigrazione: "nel nome del multiculturalismo accresciamo la monocultura, siamo nell'epoca della decadenza. Accettiamo anche la cultura gender: chi appoggia queste contraddizioni ha perso la ragione"