Clamoroso: i derby di hockey su TeleTicino, che firma una partnership con UPC. "Le trattative con la SSR sono tramontate, invece a Melide..."
La tv privata si aggiudica i restanti cinque derby stagionali: i commenti saranno del team di UPC, mentre Luca Sciarini in studio condurrà uno show pre e post partita. "La loro offerta rispecchia perfettamente le nostre idee". Foa: "vogliamo essere vicini al pubblico"
Sport
MELIDE  - Teleticino sorpassa la RSI: l’incredibile notizia arriva in un pomeriggio sonnacchioso di venerdì. I derby di hockey, che la tv pubblica non trasmette più perché non ha trovato l’accordo con UPC, che invece ha i diritti esclusivi su tutto il campionato, andranno in onda sulla televisione di Melide.

“I prossimi cinque derby ticinesi della stagione 2017/2018 saranno trasmessi in diretta su TeleTicino e su MySports. Grazie alla partnership con TeleTicino sarà possibile continuare la lunga tradizione dei derby ticinesi e raggiungere una portata di trasmissione importante in tutta la Svizzera. I cinque derby saranno trasmessi in esclusiva sia su MySports in lingua tedesca che su TeleTicino con telecronaca in lingua italiana”, si legge nella nota, e si partirà col secondo derby che si disputerà già fra una settimana.

I commenti saranno affidati al team di cronisti di lingua italiana, mentre TeleTicino realizzerà nei suoi studi a Melide la produzione dello show pre-partita e quella del post-partita con conduzione di Luca Sciarini.

L’accordo per ora riguarda solamente la stagione in corso, ma soddisfa entrambe le parti.

“Sono molto lieta del fatto che i nostri telespettatori in Ticino avranno la possibilità di seguire i derby ticinesi in diretta con telecronaca in italiano. Grazie alla collaborazione con TeleTicino abbiamo trovato la soluzione ideale che ci consente di trasmettere i derby ticinesi in tutto il Ticino, quindi di estendere la portata della nostra rete. La collaborazione con TeleTicino rappresenta per noi una situazione win win poiché ci consente di trasmettere su MySports anche i pre e i post partita prodotti da TeleTicino”, ha commentato Anna Gatti, responsabile Marketing, Products & Digital.

“Una prima storica per TeleTicino, resa possibile con la collaborazione col Corriere del Ticino. Siamo davvero felici di offrire insieme con UPC ai ticinesi la possibilità di vedere i derby in tv. La nostra missione è di essere vicini al nostro pubblico e al nostro territorio; questo è una maniera di dimostrarlo”, ha detto per contro Marcello Foa, CEO del Gruppo Corriere del Ticino.

Le trattative con la SSR, fa sapere UPC, sono definitivamente tramontate, e il motivo è semplice: “tuttora non è stata disposta a sottoporci un’offerta adeguata e conforme al mercato per la trasmissione dei derby ticinesi. Mentre l’offerta di TeleTicino rispecchia perfettamente le nostre idee ed aspettative che sono stati definiti internamente quando sono iniziate le trattative e sono stati già espressi in pubblico qualche tempo fa. In conclusione, TeleTicino ci ha sottoposto un’offerta più attraente per la trasmissione dei derby ticinesi”.




Pubblicato il 22.09.2017 15:46

Guarda anche

Sport
“È la prima volta – dice il presidente del Semine – in 32 anni di presidenza che capita una cosa simile. Sono molto dispiaciuto perché il razzismo non dovrebbe esistere né sui campi regionali né in quelli internazionali e in nessuna parte del mondo”
Sport
È andato in scena il primo Gran Premio della categoria nella Capitale. Felice Virginia Raggi, "pronti a replicare l'anno prossimo. Roma e l'Italia sono state al centro del mondo, con appassionati, turisti, cittadini, imprenditori e milioni di spettatori in tutto il mondo". GUARDA IL VIDEO
Sport
Per l'ex arbitro, il rigore contro il Real Madrid è stato corretto, "anzi Benatia andava espulso. La dichiarazione che un arbitro deve conoscere la storia della partita precedente è assurda: caro Gigi, l'hai fatta fuori dal vaso. Con la VAR non sarebbe cambiato niente"
Sport
Sia a Lugano che a Zurigo c'è grande attesa e anche il disguido delle date, spostate per problemi all'Hallenstadion, non fa scendere la febbre da finale. Per il debutto di domani alla Resega, i fans zurighesi rischiano di spendere più del doppio, mentre a Zurigo può andare solo chi fa parte della Curva Nord