2'000 aziende, 28mila collaboratori, il 22% del PIL: il comparto dell'industria, con esigenze diverse e un occhio all'internazionalità
Luca Albertoni, presidente della Camera di Commercio, parla delle industrie ticinesi, che vanno dal settore meccanico a quello elettronico, dalla moda alla farmaceutica, dall'industria alimentare alle raffinerie di metalli preziosi. E esporta per 6 miliardi di franchi l'anno
Oltre l'economia
di Luca Albertoni*

Con il viaggio all’interno dei vari settori economici dell’economia ticinese nel quadro delle celebrazioni per i 100 anni della Cc-Ti, l’attenzione è dedicata questa volta al comparto dell’industria, settore fondamentale della nostra economia, visto che contribuisce a creare circa il 22% del Prodotto interno cantonale.

Sono circa 2’000 le aziende industriali con oltre 28’000 collaboratori e un tessuto estremamente diversificato in termini di dimensioni aziendali e di settori, visto che si passa dalla meccanica all’elettronica, dalla moda alla farmaceutica, passando per l’industria alimentare e le raffinerie di metalli preziosi.

Strutture ed esigenze diverse, accomunate dalla costante ricerca della qualità per affrontare i mercati mondiali, visto che comunque la parte dedicata all’esportazione, che si aggira sui 6 miliardi di franchi all’anno, è consistente.

Un confronto sui mercati internazionali che esige una costante ricerca dell’eccellenza, altrimenti non sarebbe possibile lavorare per clienti come la NASA e la Boeing, oppure piazzare sui mercati internazionali prodotti di nicchia come il cioccolato prodotto con il latte di cammello, creazione quasi unica.

Continua a leggere: http://www.cc-ti.ch/lindustria-un-settore-di-grande-valore/

*Direttore Camera di Commercio


Pubblicato il 01.10.2017 14:25

Guarda anche

Oltre l'economia
Presso l'Aeroporto di Lugano si terrà la centesima assemblea della Camera di commercio dell'industria, dell'artigianato e dei servizi del Cantone Ticino. "Ci fu il malcelato tentativo di creare una struttura come braccio prolungato dello Stato, per fortuna prevalse il modello anglosassone"
Oltre l'economia
LCTA e Camera di Commercio hanno organizzato una due giorni a Lugano per parlare di rischi cibernetici, tecnologia dei blocchi (ovvero, che differenza c'è tra Bitcoin e blockchan?) con un occhio anche alla realtà macroeconomica del commercio delle materie prime luganese
Oltre l'economia
"Invece vi sono dal commercio ai servizi sanitari", precisa il direttore della Camera di Commercio del Ticino. "E bisognerebbe tenerne conto quando si affrontano temi delicati quali per esempio il frontalierato. La lettura del meta-settore è difficile, ma..."
Oltre l'economia
Il Direttore della Camera di Commercio spiega come sovente dei fenomeni innovativi provochino timore, se non approfonditi. L'industria non sta finendo bensì è in trasformazione, sta diventando un servizio, come dice Pierre Veltz