Accordo fiscale, c'è una nuova scadenza. "Firma entro la fine dell'anno"
È ciò che è trapelato dall'incontro bilaterale, a margine della quarta edizione del Forum di dialogo fra Svizzera e Italia, di Didier Burkhalter con Angelino Alfano
Estero
LUGANO - L'accordo fiscale tra Svizzera e Italia? Dovrebbe essere firmato entro la fine dell'anno.

La notizia è trapelata dall'USI di Lugano, dove Didier Burkhalter, ai suoi ultimi giorni come Consigliere Federale, ha incontrato con il suo omologo italiano Angelino Alfano, nell'ambito della quarta edizione del Forum di dialogo fra Svizzera e Italia.

Burkhalter ha anche scherzato sul numero di Ministri degli Esteri italiani che ha incontrato durante il suo mandato, ben sei. "Non li hanno mandati via per colpa mia, e qualcuno, come Paolo, ha fatto carriera. Penso a Gentiloni, non a Beltraminelli...". Battuta forse interpretabile, visto il momento complicato politicamente vissuto dal pipidino.

Comunque, i due Ministri, a margine del Forum, hanno avuto una riunione bilaterale, da cui sarebbe emersa la nuova scadenza per la firma dell'accordo fiscale: se così fosse, sarebbe smentito chi afferma che l'Italia non ha nessun interesse a concludere prima delle elezioni. 


Pubblicato il 09.10.2017 13:40

Guarda anche

Estero
Il Mattino ritorna attaccando la nuova linea ferroviaria. Zali smorza i toni chiedendo tempo, mentre Caverzasio e Robbiani attaccano "collegamenti soppressi e ritardi, inconcepibile. Difficile far peggio". Tutti citano i Park and Rail, sarebbero realmente la soluzione?
Estero
I giovani UDC hanno risposto con parole poco carine (per usare un eufemismo) alla petizione della GISO, attaccando Tamara Funiciello. Oggi il presidente degli Stati Uniti è tuonato contro Haiti, El Salvador e alcuni paesi africani. Insomma, quando parla il Tycoon o si parla di lui, il linguaggio cambia...
Estero
"Rappresenta sessismo, xenofobia, preclusione, negazione dei cambiamenti climatici e politiche economiche arretrate, è una minaccia per il progresso, per la sicurezza e per l'ambiente", si legge in una petizione oline che vorrebbe chiedere al Consiglio Federale di non farlo partecipare al Forum di Davos
Estero
Pochi passeggeri, saliti prevalentemente a Stabio, sulla nuova linea che collega Ticino e Lombardia. Ma qualcosa è andato storto: il convoglio delle 7.07 è partito da Camerlata con 57 minuti di ritardo, quello delle 8.06 da Varese è stato cancellato. Alla TILO sono però soddisfatti