Un tesoro... nelle fogne!
Ogni anno, nel nostro paese 43 chili d'oro vengono ritrovati nelle fogne, per un valore di circa due milioni di dollari, oltre a 1,8 milioni di dollari in argento. Concentrazioni più alte nelle città e in una zona a sud dove vi sono parecchie raffinerie d'oro
Svizzera
BERNA – La CCN parla della Svizzera. Non per questioni legate alle sue particolarità politiche, uniche al mondo, bensì per… l’oro. A quanto pare, infatti, il nostro paese sarebbe ricco di metallo prezioso, ma dove nessuno lo immaginerebbe mai.

L’Istituto Federale Svizzero per le Scienze acquatiche e la tecnologia ha infatti commissionato uno studio da cui è emerso che nelle fogno svizzere ogni anno 43 chili d’oro finiscono nelle tubazioni.
Il valore? Alle quote attuali, circa 2 milioni di dollari!

Come mai? La ricerca non lo spiega, ma è significativo il fatto che la concentrazione maggiore è stata rilevata nelle città e in particolare nella zona di Eawag, al sud del paese, dove vi sono parecchie raffinerie proprio di oro.

Non manca neppure l’argento, per un valore di circa 1,8 milioni di dollari, e ci sono anche terre rare, usate nella fabbricazione di apparecchi elettronici: ma non sono di certo queste a interessare!


Pubblicato il 14.10.2017 19:16

Guarda anche

Svizzera
La consulenza è garantita, attualmente, sia per la religione cristiana che per quella evangelica, e sono le Chiese stesse a coprire i costi. Per quanto concerne quella musulmana, porterebbe a una visione più aperta e umanistica dell'Islam, ma andrebbero organizzati dei corsi
Svizzera
La resa della vendemmia del 2017 è di 79 milioni di litri, meno del consumo medio svizzero che è di 100 milioni di litri (ed era già successo nel 2013, 2014 e 2015). Il caldo ha fatto anticipare la vendemmia, creando acini più piccoli e meno succosi ma con un elevato tenore di zucchero. Poca ma buona...
Svizzera
Il Governo ticinese è stato ospite di quello grigionese. La prima parte della visita ha toccato il programma di agglomerato di quarta generazione del Bellinzonese, la situazione delle società bucalettere in Mesolcina, la mobilità e il San Gottardo. Poi visita a un'industria innovativa
Svizzera
Il presidente spiega che con i minori di 18 anni non vi sono stati problemi, mentre sono state espulse diverse persone fra i 20 e i 30 anni. "La maggior parte desidera divertirsi e stare in compagnia. In Grigioni, a 16 anni si può bere, per cui impossibile proibire l'entrata. La pausa magari ha fatto riflettere"