Il biglietto per la Russia è valido! La Svizzera soffre ma si qualifica
Partita ricca di tensione in una serata piovosa a Basilea. L'Irlanda del Nord parte forte nei primi minuti, poi Seferovic sbaglia parecchi gol, e fino alla fine la qualificazione è rimasta in ballo: in extremis, salvataggio provvidenziale di Rodríguez, l'eroe dello spareggio
Sport
BASILEA – L’immagine che rimarrà a lungo davanti agli occhi dei tifosi della Nazionale, il momento in cui il cuore di molti si è fermato, è il salvataggio di Rodriguez, ancora lui, sulla linea di porta, dopo un’uscita non precisa di Sommer. È il milanista l'eroe di queste due partita, l'uomo che porta gli uomini di Petkovic in Russia.

La Svizzera si qualifica per i Mondiali dopo lo spareggio, a cui era stata costretta nonostante un girone di qualificazione quasi perfetto. Aveva sofferto a Belfast, vincendo grazie a un rigore non nitido, e nella piovosa serata di Basilea le è bastato uno 0-0 per eliminare un’Irlanda del Nord molto generosa ma con pochi contenuti tecnici.

Nonostante il primo pericolo sia stato di marca ospite, con una formazione più tonica rispetto a quella di qualche giorno fa, le occasioni migliori sono poi state per la Svizzera. Per diverse volte, in particolare, Haris Seferovic ha fatto mettere le mani nei capelli ai tifosi, dopo reti fallite per poco, svariate create per lui da un ottimo Zuber.

Così il punteggio non si è sbloccato, malgrado la difesa rossocrociata abbia saputo sbrogliarsela sempre bene. In fin dei conti, malgrado la tensione si tagliasse a fette, e ogni azione irlandese facesse paura, perché la posta in gioco era altissima, l’unica grande occasione ospite è stata quella descritta e sventrata da Rodriguez, mentre gli uomini di Petkovic sono stati ancora troppo spreconi.

Non segnare non aiuta e così la qualificazione è più sofferta di quanto si pensasse. Seferovic è incappato decisamente in una giornata storta (più incisivo Embolo, sebbene neppure lui sia stato preciso), o non è l’attaccante che serve alla Nazionale? Da domani, Petkovic ci penserà.

Per stasera, si può festeggiare: la Svizzera ai Mondiali ci sarà!


Pubblicato il 12.11.2017 21:00

Guarda anche

Sport
A 36 anni e mezzo Federer diventa così il giocatore più "anziano" di sempre al primo posto del ranking ATP, a cui aveva dovuto rinunciare nel 2012. Aveva raggiunto per la prima volta la vetta della classifica mondiale 14 anni fa, nel febbraio del 2004. E da lunedì inizierà la sua 303esima settimana da numero 1 al mondo
Sport
Il club rossoblù si è rivolto al Ministero pubblico e alla Swiss Football League per "il tentativo di manipolazione delle gare di campionato, messo in atto da soggetti che negli scorsi giorni hanno avvicinato alcuni calciatori". Bignotti spiega cos'è successo. "Ancora una volta, abbiamo visto di avere un gruppo eccezionale"
Sport
La RSI ha comunicato che il 51,2% dei telespettatori, pari a 50'600 persone, era davanti alla tv domenica per tifare per Roger nella finale contro Cilic. Si tratta di un campione che come pochissimi sa catalizzare l'attenzione e farsi amare da tutti. E intanto Mirka in tribuna...
Sport
Il Lugano ha firmato una partnership con la banca ticinese, che darà il nome alla pista a partire dal primo maggio. "Un momento storico", ha detto Mantegazza, parlando di una realtà come la Cornèr "legata al territorio ma al tempo stesso internazionale". Un episodio che fa riflettere su quanto lo sport è dovuto cambiare