Maxi operazione di Polizia a Chiasso. Servono accertamenti su due aziende in merito alla LIA
Sono stati controllati in totale 194 persone e 117 veicoli, senza infrazioni alla Legge federale sugli stranieri. In quattro casi si è provveduto a segnalare la mancata notifica per prestazioni transfrontaliere, sono stati eseguiti due respingimenti per le verifiche del caso
Mendrisiotto
CHIASSO - La Polizia cantonale, con la collaborazione della Polizia comunale di Chiasso comunica che oggi è stata effettuata un'operazione di controllo a Chiasso - Brogeda.

Al Servizio hanno anche partecipato, gli ispettori dell'Ufficio dell'Ispettorato del lavoro, della Commissione paritetica cantonale, dell'Associazione interprofessionale di controllo, della Commissione di vigilanza LIA, del CGCF e dell'Amministrazione federale delle Dogane.

Nel corso dell'operazione sono state controllate in totale 194 persone e 117 veicoli. Non sono state rilevate infrazioni di carattere penale in urto alla Legge federale sugli stranieri.

Gli ispettori della LIA hanno constatato la presenza di due aziende sul conto delle quali andranno approfonditi gli accertamenti. Gli ispettori dell'UIL approfondiranno gli accertamenti in base ai dati raccolti questa mattina. In quattro casi s'è provveduto a segnalare la mancata notifica per prestazioni transfrontaliere .

Il personale dell'AFD ha eseguito due respingimenti per effettuare le necessarie formalità commerciali e tre sospetti impieghi di veicoli esteri non sdoganati, di cui sono in corso gli accertamenti del caso.

Pubblicato il 13.11.2017 17:00

Guarda anche

Mendrisiotto
Aveva cercato di violentare una ragazza che stava correndo in zona stadio, aggredendola proprio sotto casa. È stato fermato ed ha ammesso le sue responsabilità. Le accuse a suo carico sono di coazione sessuale e violenza carnale tentata
Mendrisiotto
Tre arresti al valico di Novazzano Brusata (con rinvenimento di un quantitativo di cocaina), un altro, con annesso inseguimento a piedi, a Lugano. Almeno due persone, un 26enne svizzero residente nel Luganese e un 28enne spagnolo residente in Spagna avrebbero un ruolo nel mercato locale
Mendrisiotto
Un fisioterapista era sotto contratto con l' "università" di Chiasso: doveva pagarsi soggiorno, cibo e viaggio, ma del compenso promesso non ha ricevuto nulla. "Gli italiani vengono qui perché nel loro paese restano bloccati dal numero chiuso. Il Ministero poi spesso chiede di svolgere la parte pratica dopo la laurea"
Mendrisiotto
Bella immagine condivisa sui social dal pipidino: i due sfidanti per la poltrona di sindaco si intrattengono insieme in occasione della festa nei quartieri di Mendrisio. Se sui media è partita la battaglia, nella vita di tutti i giorni prevalgono dunque cordialità e rispetto!