I biglietti del Lugano finisco in Magistratura: aperto d'ufficio un procedimento penale
La società bianconera non aveva voluto denunciare nessuno per gli ammanchi relativi a biglietti e abbonamenti, e nega che un licenziamento sia dovuto a quello. Il Ministero Pubblico ha comunque aperto un incarto, per capire se vi sono delle responsabilità penali
Sport
LUGANO - La vicenda legata alle creste su biglietti e abbonamenti dell'Hockey Club Lugano finirà in Procura. La società aveva evitato di denunciare le mancanze, che secondo quanto circolato ieri sarebbero di 50-60 mila franchi.

Una persona è stata licenziata, anche se il club parla di divergenza di metodi lavorativi e, spiegando di stare effettuando delle verifiche sugli ammanchi, sostiene che il cambio di organico a livello amministrativo nulla ha a che fare con questa storia.

In ogni caso, il Ministero Pubblico comunica che, a seguito delle notizie apparse sulla stampa negli scorsi giorni nel contesto dell'attività di biglietteria dell'Hockey Club Lugano SA, è stato aperto d'ufficio un procedimento penale volto a verificare l'esistenza o meno della commissione di reati penali.

Non verranno per ora rilasciate ulteriori dichiarazioni.

L'inchiesta è coordinata dalla Procuratore Pubblica Capo Fiorenza Bergomi

Pubblicato il 13.11.2017 17:38

Guarda anche

Sport
A 36 anni e mezzo Federer diventa così il giocatore più "anziano" di sempre al primo posto del ranking ATP, a cui aveva dovuto rinunciare nel 2012. Aveva raggiunto per la prima volta la vetta della classifica mondiale 14 anni fa, nel febbraio del 2004. E da lunedì inizierà la sua 303esima settimana da numero 1 al mondo
Sport
Il club rossoblù si è rivolto al Ministero pubblico e alla Swiss Football League per "il tentativo di manipolazione delle gare di campionato, messo in atto da soggetti che negli scorsi giorni hanno avvicinato alcuni calciatori". Bignotti spiega cos'è successo. "Ancora una volta, abbiamo visto di avere un gruppo eccezionale"
Sport
La RSI ha comunicato che il 51,2% dei telespettatori, pari a 50'600 persone, era davanti alla tv domenica per tifare per Roger nella finale contro Cilic. Si tratta di un campione che come pochissimi sa catalizzare l'attenzione e farsi amare da tutti. E intanto Mirka in tribuna...
Sport
Il Lugano ha firmato una partnership con la banca ticinese, che darà il nome alla pista a partire dal primo maggio. "Un momento storico", ha detto Mantegazza, parlando di una realtà come la Cornèr "legata al territorio ma al tempo stesso internazionale". Un episodio che fa riflettere su quanto lo sport è dovuto cambiare