Il Natale sereno dei pirati della NLM. Mancano alcuni passi amministrativi, ma "prima di tutto i contratti"
È stato fondato il Consorzio Direzionale per la navigazione sui laghi Maggiore e Ceresio, ed è stato anticipato l'allestimento dei contratti di lavoro per tutto il personale svizzero, "come previsto negli accordi presi col Governo. Nelle prossime settimane ci si adopererà per le autorizzazioni necessarie"
Locarnese
LOCARNO - Tutto è bene quel che finisce bene. Quest'estate lo sciopero di coloro che vennero chiamati "i pirati", ovvero i lavoratori svizzeri della Navigazione Lago Maggiore, a cui era stato prospettato un licenziamento, aveva catalizzato l'attenzione, interrompendo di fatto i collegamenti transfrontalieri. Infine, dopo varie trattive, la Gestione Governativa Navigazione Laghi con sede a Milano e la Società Navigazione del Lago di Lugano avevano deciso di collaborare per fornire i collegamenti, impegnandosi a riassumere i lavoratori.

Ora, in una nota congiunta, annunciano la nascita del Consorzio Direzionale per la navigazione sui laghi Maggiore e Ceresio.

"Effettuati i dovuti approfondimenti ed ottenuto il necessario sostegno politico e finanziario da parte del territorio, nelle prossime settimane provvederanno ad effettuare quanto necessario dal punto di vista amministrativo e tecnico per la realizzazione del progetto di cooperazione nei tempi più rapidi possibili, e in modo da poter ottenere dal gruppo di lavoro misto italo svizzero le approvazioni necessarie", si legge. 

I tempi sono anche abbastanza stretti: "la Società Navigazione del Lago di Lugano (SNL) conferma che durante il prossimo Consiglio di Amministrazione e l’Assemblea degli azionisti che si terrà il 19 dicembre prossimo, verranno presentati tutti gli atti necessari per le relative decisioni e ratifiche".

Per i dipendenti ci sono già ampie assicurazioni. Infatti, "la Società Navigazione del Lago di Lugano, in accordo con GGNL, nonostante non siano ancora conclusi i passi amministrativi e tecnici, ha deciso di anticipare l’allestimento dei contratti di lavoro per tutto il personale svizzero di NLM, così come previsto dagli accordi presi con il Consiglio di Stato, con effetto 1.1.2018, subordinandolo all’ottenimento delle autorizzazioni sopra citate. Questa decisione permetterà ai futuri collaboratori di ritrovare la serenità necessaria, anche nell’imminenza delle festività natalizie, per affrontare con motivazione la difficile sfida comune futura".

Non è finita qui. "Dopo il rinnovo delle concessioni avvenuto a fine 2016 da parte del Ministero italiano delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) e dell'Ufficio Federale dei Trasporti (UFT), la costituzione del Consorzio Direzionale sarà un ulteriore importante passo verso l'attuazione del Memorandum di Intesa (MdI), firmato a Lugano a fine maggio 2016 dalla Consigliera Federale Doris Leuthard e dal Ministro Graziano Delrio, volto a promuovere la navigazione e a migliorare i relativi servizi, ivi comprese le attività di linea e turistica. Questa dichiarazione politica d'intenti prevede tra l'altro la ricerca di nuove opportunità di collaborazione tra società di navigazione pubbliche (NLM) e private (SNL). In questo ambito, GGNL e SNL hanno sottoscritto il 12 dicembre 2016 e il 9 maggio 2017 le lettere d’intenti con cui sono state gettate le basi per l’avvio in tempi stretti di uno studio comune per una fattiva collaborazione delle società concessionarie sui due laghi. Lo scopo delle due aziende è quello di migliorare la propria offerta di servizi contribuendo così allo sviluppo del turismo nei territori nei quali esse operano".

Il lavoro è stato grande ma c'è soddisfazione, e si guarda al futuro con ottimismo. "Ora siamo alle fasi finali di questo lavoro progettuale, ed all’inizio dei lavori di implementazione per la realizzazione, convinti che con il sostegno delle autorità locali, degli enti turistici e delle aziende attive nella regione, si potranno raggiungere gli obiettivi di rilancio turistico sul territorio nel quale le concessionarie operano".

Pubblicato il 05.12.2017 14:38

Guarda anche

Locarnese
Nelle prossime ore sul Ticino passerà una perturbazione proveniente da ovest/sud-ovest che, sospinta da correnti tempestose, porterà aria marittima umida verso le alpi
Locarnese
Sui social la notizia ha animato dibattiti. Qualcuno si chiede come mai all'interno del locale ci fossero minorenni, e le porte di sicurezza erano chiuse, ma la maggior parte incolpa i giovanissimi, "il divertimento è tutta un'altra cosa". Non manca un tocco di razzismo
Locarnese
L'uomo era consigliere comunale e si è dimesso quando è stato arrestato, mentre la scuola di Canobbio dove lavorava lo ha licenziato. Incastrato a partire da un'operazione addirittura dell'FBI, ha confessato i suoi reati e sta già espiando la pena
Locarnese
Il giovane ha fatto rifornimento a Losone "a scrocco", gli accertamenti hanno fatto emergere che la vettura che guidava era stata rubata il 2 dicembre in Italia. Si tratta di un italiano residente all'estero e senza fissa dimora, è stato preso in uno scantinato