Rinvio shock per un docente: è accusato di coazione sessuale, atti sessuali con fanciulli e pornografia dura
L'uomo, docente nel circuito delle scuole professionali, era stato arrestato già ai primi di maggio. La Polizia aveva chiesto di tenere segreta l'indagine, che ora si è conclusa con il rinvio a giudizio e i pesantissimi capi d'accusa
Locarnese
BELLINZONA - Una notizia sconvolgente scuote il mondo della scuola ticinese, poco tempo poco il prospettato licenziamento di due persone, maestri di tirocinio, presso il DT.

Nei primi giorni di maggio era infatti finito in manette un cittadino svizzero 51enne, dimorante nel Locarnese e attivo quale docente nel settore delle scuole professionali. La Polizia aveva chiesto alla stampa, per motivi di riservatezza, di non divulgare la questione. 

Ora si comunica che la Procuratrice Capo Chiara Borelli ha terminato quest'inchiesta delicata, rinviando a giudizio l'uomo dinanzi alle Assise criminali di Locarno. Nei suoi confronti si ipotizzano i reati di coazione sessuale (ripetuta), atti sessuali con fanciulli (ripetuti) e pornografia dura.

Pubblicato il 05.12.2017 16:28

Guarda anche

Locarnese
Nelle prossime ore sul Ticino passerà una perturbazione proveniente da ovest/sud-ovest che, sospinta da correnti tempestose, porterà aria marittima umida verso le alpi
Locarnese
Sui social la notizia ha animato dibattiti. Qualcuno si chiede come mai all'interno del locale ci fossero minorenni, e le porte di sicurezza erano chiuse, ma la maggior parte incolpa i giovanissimi, "il divertimento è tutta un'altra cosa". Non manca un tocco di razzismo
Locarnese
L'uomo era consigliere comunale e si è dimesso quando è stato arrestato, mentre la scuola di Canobbio dove lavorava lo ha licenziato. Incastrato a partire da un'operazione addirittura dell'FBI, ha confessato i suoi reati e sta già espiando la pena
Locarnese
Il giovane ha fatto rifornimento a Losone "a scrocco", gli accertamenti hanno fatto emergere che la vettura che guidava era stata rubata il 2 dicembre in Italia. Si tratta di un italiano residente all'estero e senza fissa dimora, è stato preso in uno scantinato