Arriva la neve. Ecco dove, quando e quanta... In pianura previsti tra i 10 e i 30 centimetri. In montagna una sessantina. La fase più intensa sarà tra lunedì sera e martedì mattina
Nelle prossime ore sul Ticino passerà una perturbazione proveniente da ovest/sud-ovest che, sospinta da correnti tempestose, porterà aria marittima umida verso le alpi
Locarnese
Photo by Genessa Panainte on Unsplash
LOCARNO – Domani arriva la prima neve in pianura, stimata tra i 10 e i 30 centimetri. E in montagna potrebbe caderne fino a un metro. Ma andiamo con ordine. Nelle prossime ore sul Ticino passerà una perturbazione proveniente da ovest/sud-ovest che, sospinta da correnti tempestose, porterà aria marittima umida verso le alpi.

Oggi Meteo Svizzera ha emanato un’allerta neve di grado 3 (che significa pericolo marcato) e a Locarno Monti ci dicono che in pianura tra il tardo pomeriggio di domani, domenica 10 dicembre, e le successive 24, tetti, case e strade potrebbero essere ricoperte di un manto bianco tra una decina e una trentina di centimetri. Mentre in montagna, la neve dovrebbe raggiungere i 60 centimetri e, localmente, anche il metro.

La fase più intensa sarà tra il tardo pomeriggio di lunedì e la mattinata di martedì, quando il limite delle nevicate si alzerà gradualmente tra i 1'000 e i 1’800. Ma nelle vallate alpine potrebbe rimanere dell’aria fredda e non è escluso che anche martedì mattina continui a nevicare a basse quote, con accumuli tra i 30 e i 50 centimetri. Domani Meteo Svizzera deciderà se emanare un’allerta di grado 4 (pericolo forte) per queste regioni.

Riassumendo, le previsioni indicano che da domani pomeriggio ci saranno le prime nevicate in montagna, con graduale estensione in serata in tutte le regioni e in pianura. Questo, appunto, fino a martedì mattina… Poi si tornerà a un tempo parzialmente soleggiato, ma nei giorni successivi non sono esclusi altri rovesci con neve fino ai 700 metri.


Pubblicato il 09.12.2017 15:55

Guarda anche

Politica
di Piero Marchesi, vicepresidente UDC Ticino
Politica
di Marco Romano, consigliere nazionale PPD
Politica
di Giovanni Albertini, Generazione Giovani, presidente Associazione Ticino&Lavoro
Politica
«Non è il mantenere una sola galleria a disincentivare l’uso dell’auto», ha dichiarato il clown, fra i fondatori dell'Iniziativa delle Alpi