Ancora Claro! Un altro, maledetto incidente. Un 27enne esce di strada, dopo diversi urti viene sbalzato fuori dalla vettura e muore sul colpo
Il giovane italiano stava circolando questa mattina poco prima delle 7 verso Biasca quando ha perso il controllo della vettura, ha urtato un carroattrezzi parcheggiato fuori da una carrozzeria e poi una vettura. I soccorritori giunti sul posto non hanno potuto far altro che constatarne il decesso
Bellinzonese
CLARO - Sembra una maledizione! Dopo l'incidente di una settimana fa, che ha portato al decesso di una persona ieri, mentre altre due sono ancora in ospedale, Claro viene svegliata con la notizia di un nuovo incidente, ancora con esito letale.

La Polizia cantonale comunica infatti che oggi poco dopo le 06:45 a Claro, un 27enne automobilista cittadino italiano residente nella regione stava circolando su A Torascia in direzione di Biasca.

Per cause che l'inchiesta di polizia dovrà stabilire, giunto poco prima della Carrozzeria Pozzi, nell'affrontare una curva a sinistra, ha perso il controllo dell'auto uscendo di strada sulla sinistra per poi urtare violentemente contro un carroattrezzi ed infine contro una vettura parcheggiati nel piazzale della carrozzeria. A seguito dell'urto l'uomo è stato sbalzato fuori dalla vettura.

Sul posto i soccorritori della Croce Verde di Bellinzona che non hanno potuto che costatarne la morte a causa delle gravi ferite riportate.

Sul posto pure i pompieri di Bellinzona con otto militi e tre automezzi.

Pubblicato il 24.02.2018 11:18

Guarda anche

Bellinzonese
TicinoLibero aveva ragione: i due giovani picchiati a Bellinzona da una quindicina probabilmente di eritrei ha sporto denuncia. In giornata c'era stato mistero sulla vicenda perché la Polizia aveva detto di non aver ricevuto alcuna denuncia. Alcuni aggressori potrebbero essere minorenni
Bellinzonese
Mistero attorno alla vicenda della coppia aggredita dal gruppo di eritrei: la Polizia è intervenuta per identificare alcuni asilanti presenti sul posto, però i due ragazzi non hanno sporto denuncia. La 21enne ci aveva detto che attendeva di essere chiamata "per verbalizzare tutto e andare avanti"
Bellinzonese
La giovane coinvolta nella rissa di Bellinzona rivive quanto successo. "Il mio fidanzato ha un trauma cranico, io anche e in più ho il naso rotto, con danni estetici. Un signore ha chiamato la Polizia, a quel punto sono arrivati tutti. Ho provato a difenderlo ma mi hanno colpito e ho perso il senso dell'orientamento"
Bellinzonese
I protagonisti, un 19enne e la sua ragazza 22enne, stavano passeggiando per Bellinzona quando sono stati apostrofati. Il ragazzo ha reagito a parole e da lì è iniziato il pestaggio, in cui si è messa in mezzo anche la ragazza. La Polizia ha identificato otto persone, tutte eritree