Ghiringhelli gongola, "la mia petizione ha smosso le acque". Ma Vosti è in vacanza
Il corrispondente della RSI da Washington da alcuni giorni è stato sostituito dal collega Emiliano Bos, che a Ghiringhelli piace di più. Abbiamo contattato la RSI e ci è stato spiegato che i due fattori non sono assolutamente collegati: anzi, Vosti tornerà al suo posto una volta finite le ferie
Media
COMANO – La petizione di Giorgio Ghringhelli per rimuovere Andrea Vosti, corrispondente della RSI a Washington, aveva fatto scalpore, soprattutto nei giorni precedenti il sentitissimo voto di No Billag.

E ora il fondatore del Guastafeste torna a farsi sentire. “Chi l’ha visto il Vosti ? Da quando lo scorso 2 marzo ho lanciato la petizione che chiede la sua rimozione dall’incarico di  corrispondente dagli USA per la TV-RSI ( a causa della sua flagrante e ripetuta faziosità nei  commenti sulla politica e sulla persona di Donald Trump) il giornalista Andrea Vosti è scomparso dalla scena. Non lo si vede più al Telegiornale.  Sarà un caso o la tanto discussa petizione ha provocato una “pausa di riflessione” ?”, chiede.

“I servizi giornalistici sulle questioni politiche americane andati in onda in questi giorni sul TG della RSI sono nettamente migliorati. Addirittura esemplare è stata l’edizione dello scorso  venerdì 9 marzo dedicata sia alla decisione di Trump di varare una legge che impone l’introduzione di dazi sull’importazione di acciaio e di alluminio , e sia alla sua reazione positiva alla proposta del leader massimo  della Corea del Nord, Kim Jong-un,  di sedersi a un tavolo per discutere di denuclearizzazione”, prosegue, sottolineando come a suo avviso “il “sostituto” corrispondente dagli USA, Emiliano Bos, ha fatto una brillante esposizione dei fatti, senza esprimere giudizi di parte e senza fare sorrisetti sarcastici ogni volta che nominava Trump . La conduttrice del TG ha ricordato correttamente che quella di aumentare i dazi era stata una promessa elettorale di Donald Trump, e nello studio di Comano il giornalista economico della RSI, Marzio Minoli,  è stato semplicemente perfetto - sia per i toni e sia per gli interessanti contenuti - nel suo commento dedicato alle motivazioni addotte dal presidente americano (che in difesa della produzione americana di acciaio con l’introduzione di nuovi dazi ha anche tenuto in debito conto la dipendenza dell’industria bellica americana da questo metallo)”.

Ma davvero la petizione ha avuto qualche influenza? Abbiamo contattato la RSI e ci è stato spiegato che Andrea Vosti è regolarmente in ferie, come era stato deciso già da lungo tempo. L’azione di Ghiringhelli, a cui molti colleghi si sono fermamente opposti, non ha assolutamente nulla a che vedere.

Il giornalista tornerà regolarmente al suo posto una volta terminata la vacanza.







Pubblicato il 12.03.2018 15:55

Guarda anche

Media
È stata costituita l'associazione "Solidarietà giornalisti e operatori dei media", nel cui ambito verrà creato il fondo a cui tutti possono aderire, privati ed enti. Sindacati, associazioni di categoria e un rappresentante dei dipendenti hanno formato una Commissione
Media
Monsignor Valerio Lazzeri afferma come erano sempre state comunicate le difficoltà, "ma ci sarebbe sempre stato qualcuno pronto a affermare il contrario. Abbiamo perso un centinaio di abbonati all'anno, arrivando a 7'000. Ridimensionamento? Si sarebbe solo posticipato il problema"
Media
La direzione del quotidiano, che oggi è ufficialmente fallito, contesta le affermazioni della Curia secondo cui il crollo di Publicitas avrebbe reso impossibile far fronte ai costi. "Non si tiene conto degli abbonati e di chi si è mosso con donazioni per aiutarci"
Media
La Pretura di Lugano ha decretato oggi il fallimento della società editrice dello storico quotidiano. La Diocesi. "Publicitas doveva procurare circa un introito che corrispondeva al 40% dei ricavi societari. Per non peggiorare la situazione debitoria, si è deciso di interrompere la stampa del quotidiano"