La Lega e la "legge della volpe": "il divieto del burqa vale pure lì!". E Robbiani, "non è che Tarchini ha qualche simpatia da parte di chi dovrebbe controllare?"
Hanno suscitato scalpore le foto delle due donne intente a pregare, una delle quali in burqa, nel parcheggio dell'outlet. Lorenzo Quadri: "ecco come viene controllato il rispetto di una legge votata dal popolo". Il consigliere comunale interpella il Municipio di Mendrisio sui controlli al Fox Town
Politica
MENDRISIO – Le foto delle due donne che pregavano nel parcheggio del Fox Town hanno suscitato polemiche. Non è stata certo la preghiera a non piacere, ci mancherebbe (forse il luogo non era del tutto appropriato, si potrebbe dire…), ma il burqa indossato dalla più anziana, probabilmente la madre.

Non sono mancati i commenti politici, da parte dei leghisti: Lorenzo Quadri ha commentato su Facebook e Massimiliano Robbiani ha inviato un’interrogazione al Municipio di Mendrisio.

Il Consigliere Nazionale ha postato “ecco come viene fatto rispettare il divieto di Burqa plebiscitato dai ticinesi. Complimenti. Invece, quando si tratta di sanzionare un parcheggio scaduto di un'auto con targhe rossoblù, poco ma sicuro che l'intervento è immediato. Il divieto di burqa vale anche al "volpecittà" e non si fanno eccezioni per il tornaconto del suo "patron". Che di aiuti dalla politica ne ha già ricevuti più che a sufficienza”. Insomma, nessuna eccezione per il Gox Town, e necessità di rispettare il divieto voluto alle urne.

”Una delle due donne, ha pure svolto la sua attività religiosa in burqa integrale, violando di fatto la legge sulla dissimulazione del volto negli spazi pubblici”. Ha attaccato Robbiani. “Purtroppo non è cosa rara trovare nelle vicinanze, se non all’interno del FoxTown, persone non rispettose della legge sul divieto di indossare il burqa. Legge, che ricordo, è stata plebiscitata dai ticinesi. A questo punto c’ê da chiedersi se il “patron” della città della volpe non abbia qualche simpatia di riguardo da parte di chi dovrebbe e far controllare. Ormai il periodo della tolleranza è finito da un pezzo ed è per questo che si dovrebbe far rispettare la legge senza tante scusanti”.

E ne approfitta per porre una serie di domande:

"• La polizia comunale è a conoscenza di quanto è avvenuto nei posteggi del FoxTown? Se si, come ha reagito?

• Si eseguono particolari  e regolari controlli al FoxTown per constatare se la legge sulla dissimulazione del volto negli spazi pubblici viene rispettata?

• La nostra polizia comunale adotta sanzioni disciplinari per chi non rispetta la legge, o continua ancora imperterrita con il “buonismo” iniziale?

• Quante sanzioni sono state emesse dall’inizio dell’anno al FoxTown per chi non ha rispettato la legge sulla dissimulazione del volto negli spazi pubblici?"


Pubblicato il 16.05.2018 09:30

Guarda anche

Politica
"Il PLRT si augura che, da subito, la squadra del Municipio di Mendrisio possa avviare la propria attività con l’indispensabile serenità, privilegiando gli interessi e le aspettative della cittadinanza”
Politica
Il neo-sindaco confessa che non si attendeva un risultato simile. Gli preme che rimanga un clima positivo all'interno dell'Esecutivo cittadino, che da domani guiderà
Politica
Il pipidino è stato battuto nettamente da Samuele Cavadini, e ammette che è stata "una mazzata, per usare un gergo sportivo. Nella politica ci sono minoranze e maggioranze. Ho Mendrisio nel cuore, da domani riprenderò a fare il Municipale"
Politica
Risultato più netto di quel che si pronosticava, con 61% preferenze che sono andate al candidato liberale, il quale dopo 45 anni diventa il primo sindaco non pipidino del Magnifico Borgo! Romano ammette sportivamente la sconfitta e si complimenta col rivale