Lo sfortunato protagonista è un 44enne operaio italiano della provincia di Como, che stava lavorando si una scala a circa 1,5 metri d'altezza per ripristinare una stalla danneggiata da un incendio nelle scorse settimane. L'attrezzo che aveva in mano gli ha causato la ferita

Articoli di Locarnese

Un'interrogazione interpartitica (firmata da un liberale, come il capo dicastero Sicurezza Salvioni) spiega che "è stata espressa la volontà di eliminare i tradizionali festeggiamenti serali trasferendo tutto in un capannone" per il rischio attentati. "Il timore di sonda su informazioni e segnalazioni o su una generica paura?"
Ecco la seconda parte del video che, preso dai social, racconta come l'incauto automobilista è uscito dalla improbabile situazione in cui si era cacciato. E lo fa con una manovra ancor più azzardata, bloccando il traffico e immettendosi poi in via Luini GUARDA IL VIDEO
Assurdo un video che gira su Facebook, il quale mostra la manovra folle e pericolosissima di un'utilitaria, che prosegue il suo cammino per diversi secondi fra lo stupore generale. Come sia finita lì, e come poi abbia fatto a uscire da quella situazione, non è dato sapersi. Occhi aperti! GAURDA IL VIDEO
Nell'ambito di un'inchiesta antidroga, prima sono stati arrestati un una 30enne domiciliata nel Locarnese e un 32enne macedone anch'egli residente della zona: a casa sua sono stati trovati droga e soldi e successive verifiche hanno portato all'arresto anche di un 31enne svizzero domiciliato in Grigioni
È accaduto ieri alle 21.30 sulla A13 in direzione di Locarno, a Tenero: dopo qualche centinaio di metri in contromano, la donna ha colliso frontalmente con la vettura guidata da un 52enne domiciliato nella regione. Hanno riportato ferite tali da metterne in pericolo la vita
E un testimone attacca la Polizia, "sono sconvolto, mai viste scene del genere. Lo hanno spinto contro il muro per mettergli le manette". L'uomo è un operaio noto in paese, a casa aveva delle armi ma effettivamente è un appassionato di caccia alla selvaggina, come dimostra anche il suo profilo Facebook
La giovane non avrebbe voluto seguire i poliziotti, venuti per liberarla dopo che la stessa aveva avvisato i genitori di non poter uscire dalla casa del suo ex, dove era barricata con lui, il fratello e la madre. I vicini intanto raccontano qualche dettaglio in più sulla famiglia, sino a poco fa in assistenza
I protagonisti della vicenda sono tutti di nazionalità svizzera: la vittima ha 26 anni, i due "sequestratori" 31 anni e 29 anni, la madre 55 anni. Tutti sono stati rilasciati nel corso del pomeriggio e nei loro confronti sono al vaglio alcune ipotesi di reato. Le trattative con la Polizia non hanno funzionato

Articoli di Locarnese

Ore di paura a Golino, sulla strada per Intragna. I tre si sono barricati in casa con la giovane, probabilmente per motivi sentimentali, essendoci stata una relazione fra due di loro. La paura è durata tutta notte, ora i tre sono in Polizia e stanno subendo un interrogatorio
La salma della principessa di epoca tolemaica giace da anni in un locale inaccessibile del Palazzo Comunale di Brissago, da quando se ne è parlato, la Capodiscastero Cultura e Turismo sta la vorrebbe mostrare. "Stiamo pensando a una Casa della Cultura ma ci vorranno anni. L'idea è di trovare un luogo provvisorio"
L'evento "Lo zoo di Locarno" ha raccolto poche adesioni, con rammarico di chi voleva un po' di gente per protesta contro lo scempio fato ad Apolide. "Non era una manifestazione, ma un semplice ritrovo fra persone che la pensavano allo stesso modo. Non volevamo comunque sollevare un polverone"
Il Municipio risponde alle domande di D'Errico in merito al San Carlo. Uno dei due assunti ha una grande esperienza, e si è detto disponibile a frequentare il corso e magari anche a trasferirsi in Svizzera. Il secondo, divenuto capo reparto, lo inizierà in settembre e sarà confermato in caso di successo
Si tratterebbe dei resti della principessa Ta Sherit En Jmen, vissuta a Tebe nel periodo tolemaico. Fu potata da Cesare Zanoli dapprima al Cairo e poi a Brissago, dove assieme ad altri oggetti della collezione privata Zanoli fu data al Museo alloggiato nel Palazzo municipale. Dove nessuno la vede...
Il 24 maggio 2007 entrò nella casa dei due, li ferì con un'arma da taglio e li derubò prima di fuggire. È un 34enne cittadino rumeno, già oggetto di un mandato di cattura internazionale. Le ipotesi di reato a suo carico in Ticino sono tentato omicidio intenzionale e rapina
Ci vorrà almeno un mese prima di poter riaprire la strada, in quanto due grosse crepe nella montagna minacciano ancora frane. Intanto, il liberale Giorgio Pellanda e il leghista Omar Balli hanno inoltrato un'interrogazione per chiedere al Governo di fare pressione per velocizzare i lavori
A mezzanotte e un minuto i gonfiabili sarebbero a disposizione di tutti, ma molti ne stanno facendo scempio, incuranti di foto, riprese e norme. Parliamo ancora dei fenicotteri? Sì, perché sono un simbolo: le piccole cose costruiscono quelle grandi, ma se non ci sono nemmeno quelle. È questa la nostra società?

Video

Una conclusione del genere contrasterebbe con la colorata allegria che ha regalato Apolide. Il Vanilla ne compra 300, e li donerà al motto di "non rubateli, ve li regaliamo noi". Oppy devolve i soldi sia ai migranti che ai ticinesi sfortunati. "Il risultato finale è andato oltre ogni aspettativa"
Qualcuno ha inserito i gonfiabili dell'installazione locarnese sul noto portale di aste: si parte da 300 franchi! Forse meglio attendere quando saranno disponibili gratuitamente... Intanto dei ragazzini continuano imperterriti a saltare sui salvagenti e a rovinarli, di fronte a genitori impassabili.
Ieri c'è stato un vertice presso la Prefettura di Verbano-Cusio-Ossola. A quanto pare, esisteva già un progetto per la messa in sicurezza della parete rocciosa lunga cinque chilometri nel comune di Re. Ora il capo compartimentale di ANAS assicura che "i cantieri apriranno fra due anni". No è tardi?
Apolide al centro di polemiche e discussioni, l'autore non si scompone. "Il mio scopo è dare gioia ai bambini e alle scolaresche, infatti dall'11 aprile potranno portarsi a casa i salvagenti. I vandalismi? Opere goliardiche. La migrazione non sono anche i ticinesi che devono andare all'estero per lavorare?"
Quelle che avrebbero fiutato i cani molecolari sarebbero tracce dei corpi dei due ticinesi, le cui salme sono a disposizione delle famiglie. Intanto la Procura di Verbania vuol capire se qualche ente avrebbe potuto fare di più per salvaguardare la vita di chi transita su quella strada
L'opera, ha detto Salvioni, "è vittima del suo successo". La Città si è vista costretta a recintare l'area ma non è bastato per fermare i buontemponi, adesso in rete gira questa foto, dove una ragazzina ne porta a casa uno. In teoria, si potrebbe fare, ma dopo metà aprile...
I cani molecolari, a diversi minuti uno dall'altro, si sono diretti tutti nello stesso punto, non quello dove sono stati ritrovati Marco e Elena Brignoli. "Non sono state segnalate persone scomparse, ma c'erano molti ciclisti e motociclisti. E spesso transitano dei turisti tedeschi", spiega il sindaco di Re
Il tutto è partito nel corso di un controllo stradale nella notte fra sabato e domenica. Un 45enne svizzero domiciliato nel Luganese ha tentato di ferire l'agente, e dopo essere stato arrestato, è accusato di tentato omicidio intenzionale, subordinatamente tentate lesioni gravi, e non solo