Ieri sera, quando ha iniziato a circolare la notizia della morte di Pergl, mi era stato detto che aveva scelto di morire. Ho preferito non cercare lo scoop, a cosa serve in quei momenti? "Non pareva infelice", ricorda l'ex compagno Perazzo. E Ciarrocchi, "la vita è strana, voglio omaggiare e ricordare la persona speciale che eri"

Articoli di Sport

La morte è avvenuta il primo maggio in Germania, dopo le esperienze ticinesi, intervallate da una al Vaduz, si era trasferito a Coira per rimanere vicino alla famiglia. Lascia la moglie e una bambina di pochi mesi
Difficile dire cosa sia mancato ai bianconeri ieri, semplicemente, una volta andati sotto, non sono riusciti a rendersi subito pericolosi e una parata da record ha tarpato loro le ali. Forse dopo aver rimontato la convinzione di partire favoriti ha giocato contro. Ma quanto dato non deve essere disperso
La presidente dell’Hockey Club Lugano batte le mani al suo allenatore Greg Ireland. "A mente fredda faremo tutte le valutazioni per il futuro, ma Greg si merita un bel 10"
I bianconeri erano andati a prendersi gara 7 a Zurigo, sono arrivati con una carica incredibile e hanno messo sul ghiaccio un cuore pazzesco, fino agli ultimi minuti da assalto
La febbre per la sfida di questa sera continua a salire, e forse chi non ha comprato il prezioso ticket ne è ancora alla ricerca. Ieri e oggi ne circolavano parecchi a prezzi folli, la società avverte, "gli unici valevoli sono quelli acquistati tramite TicketCorner, i suoi punti vendita o il nostro Segretariato"
Sui social il tema dei biglietti a prezzi folli (il record parrebbe essere rimasto 4'500 per due posti) tiene banco, e qualcuno riflette: "non vi viene da pensare che c'è chi ha talmente bisogno che è disposto a rinunciare alla finale?". Pareri contrastanti anche sull'entrata a pagamento al capannone
Se si pensava che il biglietto a 1'000 franchi di cui si parlava qualche ora fa fosse il culmine, qualcuno ne ha messi in vendita due due a 4'500 franchi. Poi l'annuncio è sparito: qualcuno li ha comprati? Intanto organizzato un maxi schermo alla Reseghina a 30 franchu
Alle 12 si aprivano le prevendite per la finale, alle 12.02 in molti posti i biglietti erano già esauriti. Gli abbonati gongolano, la loro fedeltà è premiata col posto assicurato nella serata che vale una stagione. I bagarini rivendono i tickets a 300 franchi o anche tre volte tanto...

Articoli di Sport

Il cronista di MySports Angelo Chiello analizza con noi la finalissima di domani. "Lo Zurigo avrà più pressione, doveva solo conquistare il punto decisivo, il più difficile. Uomini decisivi? Dick è pericoloso, io direi Merzlinkins. E anche per l'Ambrì il prossimo anno può essere quello buono: il titolo riaccenderebbe l'hockey ticinese"
“È la prima volta – dice il presidente del Semine – in 32 anni di presidenza che capita una cosa simile. Sono molto dispiaciuto perché il razzismo non dovrebbe esistere né sui campi regionali né in quelli internazionali e in nessuna parte del mondo”
È andato in scena il primo Gran Premio della categoria nella Capitale. Felice Virginia Raggi, "pronti a replicare l'anno prossimo. Roma e l'Italia sono state al centro del mondo, con appassionati, turisti, cittadini, imprenditori e milioni di spettatori in tutto il mondo". GUARDA IL VIDEO
Sia a Lugano che a Zurigo c'è grande attesa e anche il disguido delle date, spostate per problemi all'Hallenstadion, non fa scendere la febbre da finale. Per il debutto di domani alla Resega, i fans zurighesi rischiano di spendere più del doppio, mentre a Zurigo può andare solo chi fa parte della Curva Nord
Renzetti ha scelto l'ex tecnico del Chiasso, che propone un gioco globale in cui tutti difendono e attaccano insieme: se non si fa la fase difensiva, arriva il cambio. Quel che conta è l'impegno in allenamento. Ritratto di un allenatore preparato, basti pensare alla velocità con cui ha imparato l'italiano...
L'ultima Montanara è stata una festa in Leventina: la compagine biancoblu ha risolto la prativa salvezza senza eccessivi patemi, questa volta una retrocessione sarebbe costata ancor più cara del solito. I bianconeri eliminano il Bienne dopo quattro vittorie consecutive, con grande carattere
"Lo Stadio è l'ultimo luogo di aggregazione, per lo Stato è una palestra per l'instaurazione di misure repressive", attaccano le Teste Matte. "Ci viene il vomito. Questa non è la nostra battaglia ma quella dei cittadini ticinesi dotati di buon senso". E definiscono le Istituzioni ticinesi "derelitte"
Usando una pungente ironia, con un chiaro riferimento allo scandalo dei permessi scoppiato l’anno scorso in seno al DI, gli appassionati granata hanno esposto sugli spalti questo messaggio

Video

Lunga e dura presa di posizione della Gioventù BiancoBlù: "tifosi prelevati a partire dalle 6 nelle case: non pensate allo spavento di compagne e di figli? I bambini vanno bene solo per impietosire. Quel giovane ha evitato che un bidone colpisse una mamma e un bimbo. Ma noi non molliamo. Chi c'era, dica cos'è successo"
Nella gara di playoff contro il Friborgo alla Resega gli ultras espongono due striscioni eloquenti, di cui uno con insulti, contro il Ministro leghista che vorrebbe usare il pugno duro contro il tifo violento, introducendo sistemi identificativi all'entrata degli impianti
Dopo i blitz di ieri, il leghista chiede alle squadre degli adeguamenti (che però costeranno). Pochissime le voci contrarie fra quelle che abbiamo raccolto. "Così chi va solo per far casino ci pensa due volte". E qualcuno vorrebbe ancor di più, "introduciamo un osservatorio che decida se concedere o no le trasferte"
Duro attacco da parte del movimento di sinistra per i 13 fermi di questa mattina, "nelle case di padri di famiglia alle prime luci dell'alba. Negli altri Cantoni, gli altri chiamati in questura: ma non vivono in uno stato di polizia. Si vuole eliminare una curva che veicola apertura, solidarietà e antirazzismo"
Pelit è l'unico ticinese alla Paralimpiadi, che sta vivendo come tutto con grande energia e spirito positivo. Un nutrito gruppo di amici e parenti lo hanno raggiunto dal Ticino, e non si fanno scoraggiare da una prima gara che non è andata come ci si aspettava. "Lunga l'attesa, corta la discesa..."
“Voglio sottolineare che per me la presidenza dell'Unione ciclistica europea è per un grande onore – ha detto Cattaneo -. E non un punto d’arrivo, ma un punto di partenza per rilanciare in Europa questo magnifico sport"
Ieri si sono svolti i funerali del capitano della Fiorentina, scomparso improvvisamente nel sonno a soli 31 anni, lasciando una bambina di 2 anni. Una tragedia che ha saputo unire il mondo del calcio, al di là delle rivalità, col pensiero che la vita, a volte, è ingiusta
A 36 anni e mezzo Federer diventa così il giocatore più "anziano" di sempre al primo posto del ranking ATP, a cui aveva dovuto rinunciare nel 2012. Aveva raggiunto per la prima volta la vetta della classifica mondiale 14 anni fa, nel febbraio del 2004. E da lunedì inizierà la sua 303esima settimana da numero 1 al mondo