Nuova Bellinzona, il DT, Gobbi e Beltra esultano. E i partiti si preparano…

Respinto il ricorso sull’aggregazione a 13: via libera, dunque, per il nuovo Comune. Il PPD chiede di conoscere in fretta la data delle elezioni, anche il PS vuole essere protagonista

BELLINZONA - È nata, ufficialmente. Il Tribunale federale di respingere il ricorso contro il progetto aggregativo dei 13 Comuni del Bellinzonese, dando così il via alla nascita della Nuova Bellinzona. Il Dipartimento del Territorio, nel commentare la notizia, spiega che presto verrà stabilita la data per le elezioni.

«La sentenza del Tribunale federale sull’aggregazione della nuova Bellinzona rappresenta un’importante svolta per la concretizzazione del progetto aggregativo che vedrà nascere la nuova città polo del Bellinzonese nel corso del prossimo anno. Un progetto, quello della nuova Bellinzona, ritenuto di fondamentale importanza per definire l’assetto istituzionale dell’intero Cantone. L’aggregazione dei 13 comuni favorevoli riunirà infatti tutti gli elementi necessari a realizzare una città solida, articolata e nata interamente grazie alla volontà locale di promuovere dal basso l’aggregazione dei Comuni della regione. Il Dipartimento delle istituzioni che ha collaborato attivamente fin da subito con gli enti locali coinvolti per favorire l’aggregazione dei Comuni saluta positivamente la sentenza odierna del Tribunale federale», si legge nella nota.

Anche due Consiglieri di Stato hanno voluto esprimere la propria gioia per la notizia, attraverso i propri profili Facebook.
«Il Tribunale federale dà il via libera alla nascita della Nuova Bellinzona, respingendo il ricorso. Piena soddisfazione per il lavoro svolto e il risultato raggiunto. Auguri alla futura capitale del Cantone che conterà 42mila abitanti», ha postato Norman Gobbi, mentre Paolo Beltraminelli si definisce "beltrasoddisfatto": «La Nuova Bellinzona può nascere! Una grande opportunità di sviluppo coordinato per la regione con effetti positivi per tutto il Ticino, in concomitanza con l'apertura di Alptransit e alla vigilia dell'apertura del Ceneri che rivoluzionerà la mobilità del Cantone, avvicinando Regioni e cittadini».

Per quanto concerne i partiti, il primo a farsi vivo con un comunicato è stato il PPD, che chiede celerità nel conoscere la data delle elezioni. «Il Partito Popolare Democratico unitamente alle Sezioni PPD dei comuni “aggregandi” saluta con grande soddisfazione la sentenza del Tribunale federale che respinge il ricorso contro il progetto aggregativo dei 13 Comuni. Per garantire una corretta pianificazione delle elezioni comunali da parte della politica, a vantaggio della Città e di tutta la popolazione, è indispensabile conoscere in tempi brevi la data della chiamata all’urne.
I lavori per la nascita della Sezione PPD sono conclusi e lunedì sera 21 novembre, presso il Centro Ciossetto di Sementina, si terrà l’Assemblea costitutiva che ufficializzerà anche i vertici della squadra popolare democratica bellinzonese. Nella nuova Città il PPD vorrà giocare un ruolo da protagonista, prestando grande attenzione ai quartieri ed alla loro crescita, alla valorizzazione del territorio e all’ascolto dei cittadini. Sarà fondamentale che Bellinzona diventi non soltanto un polo regionale e cantonale, ma anche federale ed internazionale grazie al suo patrimonio culturale, alle eccellenze in campo scientifico già presenti e meritevoli di essere maggiormente sviluppate e ad AlpTransit, un’infrastruttura centrale per il traporto pubblico che rafforza ancora di più il ruolo della Capitale sull’asse ferroviario europeo nord-sud».

Anche la Sezione PS Nuova Bellinzona «ha appreso con soddisfazione tramite la stampa che il Tribunale federale ha respinto il ricorso contro l’aggregazione, la fine di questa incertezza giuridica è importantissima perché permette finalmente di procedere senza indugi alla creazione della Nuova Bellinzona. La Sezione PS ritiene infatti che la decisione odierna è un altro tassello fondamentale per l’avvio di una nuova era istituzionale, che crediamo permetterà alla nuova città di diventare ancora più dinamica e attrattiva e soprattutto di riuscire a cogliere appieno le opportunità che le si presenteranno. La sezione ribadisce inoltre la sua volontà di arrivare preparata alle elezioni comunali della nuova Città per poter giocare un ruolo da protagonisti nel futuro della Nuova Bellinzona. In questo senso stiamo lavorando e continueremo a lavorare per mettere a disposizione delle istituzioni della nuova Città le nostre risorse migliori».