Polizia in bicicletta finalmente anche a Lugano

di Sara Beretta Piccoli

Finalmente una bella notizia! Il comandante Roberto Torrente mi ha confermato che la prossima estate a Lugano avremo delle pattuglie di polizia che si sposteranno in bicicletta. Per me è come l'avverarsi di un sogno e ringrazio tutti quelli che hanno reso possibile che si concretizzasse. Non è stato facile centrare questo obiettivo. L'idea venne promossa in Consiglio comunale nel 2005 con un’interrogazione interpartitica, rilanciata nel 2011 da Maddalena Ermotti Lepori (PPD) e risollecitata nel 2014 dalla sottoscritta (coordinatrice dei Consiglieri comunali in bicicletta).

Cos’è cambiato in questi anni? L’arrivo sul mercato di biciclette elettriche performanti, l’alto tasso di giovani agenti entrati a far parte del nostro corpo di polizia e non da ultimo un mutamento di mentalità collettivo, hanno dato finalmente il “colpo di pedale” che serviva a far partire un progetto concreto. Con queste nuove pattuglie i vantaggi sono molteplici: ad esempio la possibilità di circolare in modo veloce anche in zone prettamente pedonali; la prossimità con il cittadino e quindi una migliore comunicazione tra le parti; una presenza visibile che scoraggerà infrazioni o furti; nessun inquinamento fonico e dell’aria; ecc.

Gli agenti volontari frequenteranno nella prossima primavera uno speciale corso per “Bike Cops” a Neuchâtel, per entrare poi in circolazione con delle nuove e fiammanti biciclette elettriche durante l’estate. Sono certa che saranno una presenza simpatica in città e che saranno apprezzati anche dai turisti. E mi auguro che anche altri Comuni del Ticino seguano l'esempio di Lugano. E chissà che questa notizia non faccia venir voglia a qualcuno di inforcare la buona vecchia due ruote, magari anche solo per ritrovare la forma fisica quale buono proposito per il 2017?

Sara Beretta Piccoli, Consigliera comunale PPD, Lugano