Social-scontro tra Bignasca e PLR. «Rocco, ci mancherai». «Ci hai deluso con le tue parole al vento»

Bignasca, dopo l’articolo di ieri, ha attaccato il presidente dei liberali. Che hanno replicato: «siamo più forti grazie a Cattaneo. Sul Preventivo, la montagna leghista non ha partorito nemmeno un topolino»

BELLINZONA - PLR e Lega, i due partiti di maggioranza, su alcuni temi sono alleati, assieme al PPD, ma questo non impedisce loro di darsele di santa ragione, spesso e volentieri.

Ieri Rocco Cattaneo, presidente dei liberali, ha inviato in redazione un'invettiva (che abbiamo pubblicato) contro, in particolare, Boris Bignasca e il suo gruppo di "barricaderi", responsabili del naufragio del Preventivo a dicembre. Un documento ritenuto poco coraggioso, «se la pensa così, vada a dirlo a suoi due ministri, Norman Gobbi e Claudio Zali!», scriveva Cattaneo, che ricorda come la Lega avesse promesso misure chiare e concrete per migliorare il documento. Invece, «nemmeno oggi (ieri, ndr) è capito grazie a quali miracolose ricette la parte “barricadera” della Lega intenda fornire il proprio contributo politico al Governo del Cantone", fatto salvo per un pacchetto di ulteriori 20 milioni di risparmi che il Governo stesso dovrà presentare entro fine aprile. Una delusione, insomma, per il presidente del PLR, secondo cui «l’operazione attuata da Boris Bignasca e dai suoi scudieri è stata fatta per puro protagonismo personale, o forse come prova di forza volta a creare nuovi equilibri del movimento di via Monte Boglia. Ma alle cittadine e ai cittadini di questo Cantone non interessano le beghe per la successione al trono di via Monte Boglia!».

Un duro attacco, che non ha lasciato indifferente Boris Bignasca, il quale sul suo profilo Facebook ha replicato, senza rispondere in modo puntuale alle accuse ma prendendosela con Cattaneo. «La presidenza del fu partitone di Rocco "Splash" Cattaneo in sintesi. Pensare di vincere le elezioni. Criticare la Lega. Perdere le elezioni cantonali. Criticare la Lega. Farsi "trombare" alle elezioni federali nel suo stesso partito. Criticare la Lega. Andare in bicicletta. Criticare la Lega. Perdere altre elezioni. Difendere i bilaterali. Criticare la Lega. Fine presidenza Cattaneo. Zero risultati. Splash. Grazie Rocco, ci mancherai», è il suo ironico commento.

E il PLR ha difeso il suo presidente con un altro post. «Ringraziamo Boris Bignasca per le attestazioni di profonda stima nei confronti del nostro Presidente cantonale! Le lodi non sembrano complete. Ma tant'è. Sappiamo come funziona all'interno della Lega», si legge. «Per fortuna, caro Boris, il PLR è più vivo che mai. E questo anche grazie a Rocco Cattaneo. Lo so, può farti arrabbiare ma è così».

Poi si torna sul tema del giorno: il Preventivo. «Inoltre: ci hai un pò deluso anche tu. Ieri tutto il Ticino attendeva le tue proposte concrete ("sono già pronte" dicevi) e invece la gigantesca montagna leghista non ha partorito nemmeno un misero topolino. Parole al vento. O no?».