Cronaca
10.10.2017 - 17:170
Aggiornamento 21.06.2018 - 14:17

Il tunisino fermato ieri è il fratello dell'attentatore di Marsiglia!

La Polizia Federale ha confermato che l'uomo, arrestato assieme alla moglie al centro richiedenti l'asilo di Chiasso, sarà espulso dalla Svizzera: fino a quel momento, i due resteranno in carcere. La mente dell'attentato è stato un altro fratello, ma tutta la famigla ha incitato l'assassino a uccidere

10 mesi fa I tentacoli del terrorismo in Ticino. Arrestati due tunisini, sono sospettati di aver avuto un ruolo nell'attentato di Marsiglia
CHIASSO - I due tunisini arrestati ieri al centro richiedenti l'asilo di Chiasso sono marito e moglie e, ritenuti pericolosi per la sicurezza del paese, saranno espulsi dalla Svizzera.

Ma clamorosa è la loro identità, che fa capire come in effetti il terrorismo e i fatti di cronaca che spesso ci appaiono lontani in realtà siano a due passi da qui. Lui infatti, come anticipato in mattinata da liberatv.ch, è Anouar Hannachi, il fratello dell'attentatore di Marsiglia, che uccise due persone il primo ottobre.

È già noto ai servizi di polizia estera per i suoi legami col terrorismo, sebbene la mente dell'attentato non sia stato lui bensì l'altro fratello, finito in manette a Ferrara (così come un terzo fratello e una sorella erano stati fermati in Tunisia). Tutti avrebbero incitato Ahmed, autore dei due omicidi, a agire: l'uomo arrestato a Ferrara, ha vissuto un periodo di addestramento jihadista in Siria e Iraq.

Adesso marito e moglie, fermati appunto a Chiasso dove erano fuggiti e avevano chiesto asilo, saranno incarcerati sino al momento dell'espulsione dal paese. 
Potrebbe interessarti anche
Tags
fratello
chiasso
marsiglia
moglie
attentato
asilo
attentatore
© 2018 , All rights reserved