Cronaca
04.12.2017 - 16:000
Aggiornamento 21.06.2018 - 14:17

A processo il camionista che causò il dramma di Quinto: è accusato di omicidio colposo plurimo e infrazione grave delle norme della circolazione stradale

L'incidente sulla A2 provocò la morte di un'intera famiglia germanica, composta da genitori e da due figlie minorenni. Concluse le indagini a carico del 51enne italiano e romeno, che rimase a sua volta gravemente ferito nel sinistro

BELLINZONA - Come si ricorderà, il 26.07.2016 si verificò a Quinto, sull'autostrada A2, un gravissimo incidente della circolazione in cui persero la vita quattro persone, tutte appartenenti alla medesima famiglia di nazionalità germanica (padre, madre e due figlie minorenni).

Ora il Ministero Pubblico comunica che il Procuratore Arturo Garzoni ha concluso l'inchiesta relativa a questo tragico caso, rinviando a giudizio, dinanzi alla Corte delle Assise correzionali di Leventina, il camionista oggi 51enne (cittadino italiano e romeno) che ha provocato il sinistro, rimanendo pure gravemente ferito nell'evento.

Nei suoi confronti si ipotizzano i reati di omicidio colposo plurimo e di infrazione grave delle norme della circolazione stradale
Tags
circolazione
quinto
infrazione
circolazione stradale
omicidio colposo plurimo
infrazione grave
norme
colposo plurimo
omicidio colposo
omicidio
© 2018 , All rights reserved