foto tratta dal profilo Facebook di Lorenzo Quadri
Cronaca
20.07.2018 - 14:310
Aggiornamento : 23.07.2018 - 17:51

"Abbasso i ticinesi di m---a". "I soldi li prendete qui". Ennesima battaglia... su una panchina

Non solo i social, anche le panchine sulle strade a volte diventano teatro di maleducazione e poco rispetto fra lavoratori. Un esempio a Castel San Pietro

CASTEL SAN PIETRO – Artisti di… stupidaggini. E poi ci si lamenta se il clima a volte fra italiani e ticinesi, sul posto di lavoro, è incandescente. La colpa non è di noi media, come insinua qualcuno, bensì in chi, senza rispetto reciproco, si diverte a lanciare insulti. 

Siano via web o addirittura su una panchina. È di chi non rispetta il proprio posto di lavoro, di chi non lo fa con il collega: se il mercato del lavoro ticinese ha problemi, non si risolvono di certo vomitando odio sulle panchine, bensì a livelli più alti.


Ad ogni modo, c’è da dire che alcuni frontalieri, meno male una goccia in un mare di persone grate e soddisfatte del proprio lavoro, esagerano. E dall’altra parte, qualcuno reagisce.


Siamo a Castel San Pietro, sulle strade del vino. Si sa che è maleducazione scrivere sulle panchine, vero? Anche le dediche d’amore, per dire, ma su quelle si può al limite chiudere un occhio.

Comincia, senza dubbio, un frontaliere. “Viva i frontalieri, abbasso gli svizzeri di m---a". E uno. "Il Ticino sarà nostro". E due. "Italiani più ricchi, svizzeri ticinesi più poveri di m---a". E tre.


Sotto, la replica ticinese. “Intanto i soldi li prendete in Svizzera”. Uno. “Se non ci fosse la Svizzera, non sareste ciò che siete”.


Beh, cosa commentare? Chi inizia a provocare non fa mai bene, chi reagisce ha l’attenuante. Però così il clima si arroventa, oltre al caldo estivo (o è proprio quello il motivo che fa sfogare tanto astio?).

1 anno fa Quando l'odio corre sul web. "I ticinesi si nutrono solo di birra e droghe pesanti"
Tags
m---a
ticinesi
lavoro
pietro
castel
panchine
castel san pietro
panchina
san pietro
soldi
© 2019 , All rights reserved