Cronaca
01.12.2018 - 10:020

Frontaliera licenziata, la donna si pente: "Non ho parole per difendermi, ma perché crocifiggermi così?"

La protagonista dello sfogo social contro i poliziotti svizzeri chiede scusa: "Non so come rifarmi, la mia immagine è rovinata in tutto il Ticino. Ho paura a uscire di casa"

BIOGGIO – "Ho fatto una ca****a, me ne rendo conto. Ma sono anche altro". È con la voce rotta dal pianto che la frontaliera protagonista dello sfogo social contro i poliziotti svizzeri parla a Tio.ch del video che le è costato il posto di lavoro.

La donna – pentita dal gesto – si chiede "perché crocifiggermi così? Sul lavoro non ho mai sbagliato, mai". Poi, ancora scuse: "Non ho parole per difendermi – ammette al portale –. Sono stata un'ignorante. Per la posizione che copro non mi sarei mai dovuta abbassare a certi livelli".

Nel video sfogo, la donna definiva gli "sbirri svizzeri come la peggior categoria esistente, in quanto ignoranti e razzisti". Un nervosismo dietro al quale ci sarebbe un "anno di torti e ingiustizie". "Ho ricevuto più di una volta dei dispetti e sono arrivata a pensare che fosse soltanto per la mia targa italiana. Mi hanno rigato la macchina, bucato le gomme e rotto i tergicristalli. Ma ho sempre digerito pur di continuare a lavorare, poi mi sfogo mezza volta e perdo tutto". 

A Tio.ch, la donna si dice preoccupata per la sua reputazione. "Non so come rifarmi, la mia immagine è rovinata in tutto il Ticino e ho paura a uscire di casa".

1 sett fa La frontaliera del video è stata licenziata? La sua azienda, "stiamo investigando"
1 sett fa "Amo la Svizzera, non penso quello che ho detto. Vorrei sotterrarmi, chiedo umilmente scusa"
1 sett fa "Questi svizzeri di m---a", la rabbia di una frontaliera contro i poliziotti, "ignoranti e razzisti"
Potrebbe interessarti anche
Tags
donna
sfogo
crocifiggermi così
parole
© 2018 , All rights reserved