Cronaca
03.12.2018 - 17:200

L'inquietudine di 'Bussenghi'. "Il razzismo sui social: ma dalla storia non avete imparato nulla?"

Riflessione dell'attore: La gente sembra che si diverta a seguire gli squilibri mentali di certi megalomani che abbindolano le folle e che fanno abboccare la gente come cavedani"

BELLINZONA – Lo conosciamo soprattutto come Roberto Bussenghi (a proposito, fra una settima nella uscirà il dvd e sapremo se Bernasconi e la sua fidanzata si sposeranno o no…), anche se alla radio lavora da tanto tempo. E conosce la realtà.

Un momento attuale che gli fa paura. Lo si vede da una sua riflessione sui social, condivisa un paio di giorni fa.

“Forse sarò esagerato, ma anni fa c'è stato un imbianchino austriaco che si è montato la testa e ha approfittato di un momento di crisi di una nazione per fomentare odio razziale e ha scatenato quello che tutti ben sappiamo...”, inizia, pensando ovviamente a Hitler e alla Seconda Guerra Mondiale.

“Vurria mai che stesse ricapitando la stessa cosa... Lo dico perché questo periodo lo trovo veramente inquietante per il razzismo che trionfa sui social, ogni scusa è buona per dare addosso a chiunque sia diverso da noi. Post che inneggiano al fascismo, scritti da chi naturalmente non ha vissuto la guerra e le relative conseguenze nefaste”. 

“La gente sembra che si diverta a seguire gli squilibri mentali di certi megalomani che abbindolano le folle e che fanno abboccare la gente come cavedani, ma dalla storia non avete dunque imparato nulla?”, prosegue. Non è il primo a dirlo, Manuele Bertoli fece una sorta di post simile qualche tempo fa.

“Lungi da me salire in cattedra e farvi una lezione di vita, ma forse fermarsi un attimo a meditare su come sta andando il mondo sarebbe utile”, termina Sala.

1 mese fa Bertoli, "la Prima Guerra mondiale non ha insegnato un gran che. Resistiamo all'onda negativa!"
Tags
gente
bussenghi
storia
imparato nulla
razzismo
© 2018 , All rights reserved